Tempo di lettura: 3 minuti

Napoli – Questo pomeriggio, alle ore 16.30 verrà conferita la Laurea Magistrale Honoris Causa in Archeologia ad Alberto Angela presso l’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli. La cerimonia che si terrà presso la Sala degli Angeli, sarà introdotta dal Rettore Lucio D’Alessandro e presentata da Antonio De Simone, tra i membri della commissione, saranno presenti, Massimo Bray, direttore generale dell’Istituto dell’Enciclopedia Italiana Treccani, Enrico Corbi, direttore del Dipartimento di Scienze formative, psicologiche e della comunicazione del Suor Orsola, Piero Craveri, presidente dell’Ente Morale Suor Orsola Benincasa, Paola D’Agostino, direttore del Museo Nazionale del Bargello di Firenze, Edoardo D’Angelo, presidente del Corso di laurea magistrale in Archeologia e Storia dell’Arte del Suor Orsola, Stefano De Luca, presidente del Corso di laurea magistrale in Lingue moderne per la comunicazione e la cooperazione internazionale del Suor Orsola, Luciano Garella, Soprintendente al patrimonio archeologico del Comune di Napoli, Gianluca Genovese, presidente del Corso di Laurea in Lingue e culture moderne del Suor Orsola, Pierluigi Leone De Castris, direttore della Scuola di Specializzazione in Beni storici artistici del Suor Orsola, Massimiliano Marazzi, direttore del Centro Euromediterraneo per i beni culturali del Suor Orsola, Massimo Osanna, direttore del Parco Archeologico di Pompei, Rosanna Pastore, vicedirettore di Rai Uno, Pasquale Rossi, presidente del Corso di Laurea magistrale in Restauro dei beni culturali del Suor Orsola, Marco Salvatore, direttore scientifico dell’IRCCS SDN, Aldo Sandulli, direttore del Dipartimento di Scienze Giuridiche del Suor Orsola e Laura Valente, presidente della Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee.

Alberto Angela, paleontologo, naturalista, divulgatore scientifico e scrittore italiano, è stato insignito di questa onorificenza, grazie ai suoi meriti, come dichiarato nelle motivazioni che attribuiscono al suo lavoro “la straordinaria capacità di sintesi tra competenza e comunicazione, ovvero tra i valori della conoscenza scientifica e i metodi della trasmissione del sapere nell’era dei nuovi media”.

Personaggio caro a Napoli, Alberto Angela ha ricevuto di recente anche la cittadinanza onoraria per la straordinaria capacità di raccontare la storia e la cultura della città di Napoli, un amore che lo studioso ha dichiarato di ricambiare!

Il divulgatore ha ottenuto numerosi riconoscimenti, grazie al suo lavoro e al suo impegno nella ricerca e nella divulgazione:

È membro dell’Istituto Italiano di Paleontologia Umana, a Roma, e del Centro Studi e Ricerche Ligabue di Venezia.
Nel 2008 ha vinto il Premio Cimitile con Una giornata nell’antica
Roma (Mondadori), miglior opera di saggistica. La sua trasmissione “Ulisse” ha vinto, oltre al Premio Flaiano, anche il Guidarello d’oro e il Premio Fregene.
Il 24 settembre 2009 ha partecipato alla cerimonia di inaugurazione dell’anno scolastico “Tutti a scuola 2009” al Quirinale. L’8 luglio 2010 è stato nominato accademico onorario della Accademia Internazionale di Scienze e Tecniche Subacquee, in virtù della sua esperienza nell’immersione subacquea, sport che pratica assiduamente insieme al nuoto e allo sci.[6]
Gli è stato dedicato un asteroide, 80652 Albertoangela.
Gli è stata inoltre dedicata anche una rarissima specie marina (Prunum Albertoangelai) dei mari della Colombia.
Per la sua attività di divulgazione della Storia ha ricevuto il prestigioso premio internazionale “Portico d’oro-Jacques Le Goff”[8]
Il 26 settembre 2011 è stato nominato nuovo “Goodwill Ambassador” di Unicef Italia.

Al lungo elenco di meriti ed onorificenze va ad aggiungersi quella di oggi, come grande riconoscimento allo straordinario lavoro e come atto di gratitudine per l’impegno profuso.

Emanuela Zincone