Tempo di lettura: < 1 minuto

Quattro persone, titolari di altrettanti opifici tessili ubicati nel comune di Casandrino (Napoli), sono state denunciate in stato di libertà dai carabinieri della stazione di Grumo Nevano, assieme a quelli del Nucleo Operativo del Comando Gruppo Carabinieri Tutela del Lavoro di Napoli, dei Carabinieri del Reggimento Campania e al personale civile dell’ispettorato del lavoro, a conclusione di un predisposto servizio di controllo finalizzato a contrastare le violazioni delle norme in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro e di quelle relative allo sfruttamento del “lavoro nero”. Sono ritenuti responsabili di numerose violazioni alle norme della sicurezza sui luoghi di lavoro. Durante le attività è emerso, inoltre, che 15 lavoratori non erano stati assunti regolarmente. In totale sono state elevate sanzioni amministrative per 65mila euro e prescrizioni penali per 130mila euro. Delle 4 attività controllate, tra quelle con le maggiori criticità riscontrate, una è stata sottoposta a sequestro, mentre l’altra è stata momentaneamente sospesa.