- Pubblicità -
Tempo di lettura: 2 minuti

Napoli – Il dialetto napoletano approda sulle tastiere dei nostri cellulari. Su alcuni smartphone Sony, grazie a un nuovo aggiornamento, hanno incluso questa novità anche piuttosto particolare. Il dialetto rientra tra le nuove lingue supportate dall’ultimo sistema operativo mobile e per aggiungerlo basta andare nelle impostazioni di Gboard nella sezione ‘Lingue’. Qui oltre al napoletano troviamo anche il siciliano.

A dare la notizia è il presidente del Movimento Neoborbonico, Gennaro De Crescenzo, sul proprio profilo Facebook. Ecco il post: “Ci segnalano una notizia interessante: su alcuni smartphone Sony tra le lingue che si possono utilizzare risulta quella napoletana (con quella siciliana) e non si tratta di una “app” da scaricare ma di una delle opzioni già inserite nel telefono. Un bel segnale, visto che tutti noi sappiamo quanto sia importante la lingua di un popolo, soprattutto se parliamo di una lingua con una storia plurisecolare e con una tradizione letteraria che inizia nel Duecento e dura ancora oggi. E sappiamo pure che l’identità è collegata all’orgoglio e che solo dall’orgoglio Napoli e il Sud possono e devono ripartire per il loro riscatto (non solo culturale)”.

La curiosa notizia arriva all’indomani della creazione del Comitato scientifico per la salvaguardia e la valorizzazione del patrimonio linguistico napoletano, istituito dalla Regione Campania, come previsto dalla legge regionale proposta dal consigliere dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli. Il comitato è formato dallo scrittore napoletano Maurizio De Giovanni, Nicola De Blasi, Rita Enrica Librandi, Carolina Stromboli, Francesco Montuori, Armando De Rosa e Umberto Franzese. Tutti grandi esponenti dell’immenso patrimonio artistico e culturale partenopeo. Lo stesso Maurizio De Giovanni sui social ha esultato: “Questo, sapete, è un incredibile, immenso, immeritato onore. E anche un’enorme responsabilità. E un sogno bellissimo che si realizza”.