Tempo di lettura: 2 minuti

Napoli – “Maggio dei monumenti 2020, la ventiseiesima edizione dell’appuntamento più importante della primavera napoletana, è stato una sfida e alla fine possiamo dire una scommessa vinta”. Così racconta l’assessore alla Cultura e al Turismo al comune di Napoli, Eleonora de Majo.

Rimodulato in versione on Line – spiega de Majo – ha permesso a decine di artisti di potersi esibire anche in tempo di Covid, senza pubblico, nei luoghi più significativi della biografia napoletana di Giordano Bruno e non solo. I numeri parlano chiaro. L’idea ha funzionato”.

Il mio ringraziamento – conclude l’assessore – va ad ognuno degli artisti che ha preso parte a questo anomalo esperimento, per aver lavorato con meticolosa passione e incredibile precisone, esattamente come se dovessero andare in scena su un palcoscenico, per aver interpretato splendidamente il tema e per aver saputo trasformate il pensiero di Giordano Bruno in un coro polifonico di rara bellezza. Soprattutto un ringraziamento infinito ed un saluto commosso ad Ezio Bosso, che avrebbe voluto essere dei nostri durante questo maggio, che ha amato il tema che avevamo scelto tanto da decidere di raggiungerci per trascorrere con noi una giornata all’insegna della visione e del futuro. Ezio è andato via poco prima. Questo successo è sicuramente dedicato a lui”.