Tempo di lettura: 2 minuti

Napoli – Maya, quindici anni e la passione per la danza, i video su tik tok con le amiche, la scuola e le uscite la sera nel weekend tra Mergellina e il Vomero. Una ragazza qualunque che, ieri notte, si è trovata probabilmente nel posto sbagliato al momento sbagliato.

Una serata estiva come tante, si è preparata per uscire, ha salutato la mamma e il papà prima di scendere, incontrato le amiche e, dopo qualche ora passata tra le strade di Napoli era pronta a tornare a casa con un’amica di 14 anni.

Poi un rumore sordo a piazza Carlo III, il rumore di un’auto, una Smart Forfour che la investe togliendole la vita. Alla guida un ragazzo di appena 21anni che, in preda al panico e allo shock, si è accostato immediatamente e scendendo dalla macchina ha sperato con tutto se stesso che il peggio non fosse realmente accaduto.

Maya Gargiulo ha perso la vita troppo presto, l’impatto è stato troppo violento ed è morta sul colpo, portando con se quella passione per la danza che la caratterizzava. L’amica, invece, è rimasta ferita alla gamba, nulla di grave, guarirà entro 30 giorni. Il 21enne, stato sottoposto ai test alcolemici e tossicologici, è in attesa dei risultati mentre su di lui grava già una denuncia per omicidio stradale.

“Non credo che si possa accettare tutto ciò, ancora una volta la vita è stata crudele. Vola più in alto che puoi piccola stella”, è uno di primi commenti che si leggono sotto le foto di Maya sui social. Un attimo prima c’erano solo i complimenti delle amiche “sei stupenda” e quello dopo invece messaggi di cordoglio.

Riposa in pace ballerina mia, mi mancherai tu e le tue pazzie”, scrive una compagna seguita immediatamente da un’altra, “Ti vorrò sempre bene, anche oltre la morte”.