Tempo di lettura: 1 minuto

Sette tra medici e infermieri dell’ospedale San Paolo di Napoli sono indagati per la morte del 54enne Maurizio De Gregorio, avvenuta per soffocamento dopo aver ingerito un pezzo di pizza. L’episodio si è verificato lo scorso sabato 18 maggio. L’ipotesi di reato avanzata dalla Procura di Napoli – così come riporta Il Mattino – è quella di omicidio colposo. Un atto dovuto dopo l’esame autoptico effettuato ieri, mercoledì 29 maggio, al Secondo Policlinico. 

La Procura partenopea ha acquisito anche un video, passato ai familiari da una persona presente quella sera al pronto soccorso, che immortala un acceso litigio tra un medico e un anestesista, con quest’ultimo accusato di essere intervenuto in ritardo, perdendo minuti preziosi per praticare una tracheotomia di urgenza dopo vari tentativi, andati a vuoto, di estrarre il pezzetto di pizza che ostruiva le vie aeree. Sulla vicenda anche l’Asl Napoli 1 Centro ha avviato una indagine interna.