Tempo di lettura: 2 minuti

Pozzuoli – E’ stato uno dei primi a sposare il progetto Real Pozzuoli, portando all’interno della compagine puteolana esperienza, doti da leader, tanto carisma e anche qualità. Poi la scorsa stagione un addio doloroso. Stiamo parlando di Mirko Mellone, cuore da leone, maglia del Real Pozzuoli tatuata addosso come una seconda pelle. Alcuni amori non finiscono mai ed ecco che Mirko è ora ritornato nella sua squadra del cuore: “L’anno scorso è stato molto doloroso lasciare la squadra e la dirigenza del Real ma era una cosa che in quel momento dovevo fare. Ora però sono felice di essere ritornato a casa“. Con gli occhi pieni di gioia Mirko Mellone racconta del suo ritorno al Real: “Sono ritornato in famiglia perché questa non è una squadra ma una vera è propria famiglia. Nella realtà nulla è cambiato e come se non ci fossimo mai lasciati. Anche l’anno scorso (quando giocava a Giugliano, ndr) ero sempre vicino alle sorti della squadra e quando potevo venivo ad assistere alle gare dei miei compagni. Con la dirigenza, il mister e tutti c’è sempre stato tanto rispetto reciproco ed è per questo che oggi sono qua“. Mellone prova a tracciare gli obiettivi personali e di squadra: “Credo che quest’anno possiamo divertirci e toglierci tante belle soddisfazioni. Dal punto di vista personale è una sorta di rivincita. Per me è una nuova sfida ed in questa seconda volta al Real voglio fare meglio. Io sono a disposizione del gruppo e del mister e quando questo mi chiamerà in causa sa che potrà contare su di me“. Ringraziamento doveroso alla dirigenza: “Ringrazio la dirigenza del Real Pozzuoli per la fiducia che hanno riposto in me. Farò di tutto per ricambiarla al massimo“. Infine un messaggio ai tifosi: “Non vedo l’ora di scendere in campo con questa maglia dinanzi ai nostri magnifici tifosi. Darò tutto anche per loro e spero di regalare loro tante gioie. Sono tornato a casa e non potrei essere più felice“.