Napoli, c’è voglia di vincere: le parole di Mertens e Manolas

Tempo di lettura: 3 minuti

Napoli –  “Sei anni fa sono venuto qui con Callejon, Higuain e Albiol, un sacco di trasferimenti e tanti calciatori di qualità. Il problema è che siamo sempre vicini a compiere un altro step, e sarebbe importante farlo ora. Dobbiamo continuare a fare bene, magari acquistando altri calciatori. Quando acquisti i migliori calciatori hai una squadra migliore. Però tanti di noi giocano assieme da anni, ma alla fine per vincere qualcosa serve fare di più.”

Dries Mertens, attaccante del Napoli, ha parlato a ESPN della prossima stagione, soffermandosi su quello che manca per provare a insidiare la Juventus e sull’arrivo di Lukaku in Italia: ”Miglior marcatore della storia del Napoli? È qualcosa di molto bello, non sono nato come centravanti in carriera e sono diventato attaccante a causa di alcuni infortuni. Sono sempre alla ricerca di un gol o di un assist, essere vicino alla cima della classifica è qualcosa di gratificante”.

Il belga si è soffermato poi su Sarri ed Ancelotti: ”Sarri ha cambiato la mia posizione, mi ha dato un’altra dimensione a livello calcistico. Ancelotti ha cambiato qualcosa per personalizzare una squadra molto forte: è bello vedere come le cose possano cambiare, nel calcio non si sa mai come va a finire.

Poi un messaggio al suo compagno di nazionale appena acquistato dall’Inter, Romelu Lukaku: “Gli ho mandato un messaggio di congratulazioni, lo voleva fortemente. Sono felice per lui, sarà importante per l’Inter e per il calcio italiano”.

Da un veterano del Napoli a un nuovo arrivato pronto a diventare protagonista con la maglia azzurra blindando, accanto al gigante Kalidou, la difesa centrale partenopea.

Parliamo di Kostas Manolas che ai microfoni di Sky Sport ha espresso le sue prime valutazioni su mister Ancelotti, la tifoseria, i compagni di difesa:Ho trovato un bellissimo gruppo, con un grande staff. Ancelotti è una grande persona, un grande allenatore. Mi ha impressionato la sua tranquillità, riesce a prendere sempre il massimo da ogni giocatore perché si comporta in un modo che non avevo mai visto sin qui”.

Sui tifosi ha spiegato di essere stato colpito anche dal calore dei napoletani: “Quando li vedevo, sentivo che erano sempre vicini alla squadra perché non vincono da tanto tempo e vogliono farlo. Sono sempre stati vicini ai loro giocatori e spero che lo facciano anche quest’anno, per aiutarci a fare il meglio possibile”

Sui compagni di reparto e il suo feeling con Koulibaly: “Noi la coppia di centrali difensivi più forti d’Europa? Lo dirà il campo – ha spiegato Manolas – come ho sempre detto, Koulibaly ha dimostrato sul campo di essere tra i più forti d’Europa, spero che comporremo una bella coppia. Ma ci sono anche i ragazzi dietro di noi, Maksimovic, Chiriches e Luperto, che sono davvero forti e ci daranno una bella mano”.