Tempo di lettura: 3 minuti

Napoli – Martedì 25 febbraio, alle 20:45, il Napoli ospiterà il Barcellona per disputare il match di andata degli ottavi di finale di Champions League. L’attesa è tanta per una partita che si preannuncia spettacolare e fondamentale per il proseguo della stagione degli uomini di Gattuso soprattutto in vista del ritorno al Camp Nou.

Quanto vale la passione di un tifoso? Domanda retorica, perché ovviamente l’amore non ha prezzo. Proprio su questo però, troppo spesso, giocano i club. Specie nelle sfide europee. I prezzi dei biglietti sono alti, troppo alti. Anche al San Paolo De Laurentiis non scherza. Il biglietto del Settore Popolare per la sfida contro i blaugrana, infatti, costerà 70 euro. Così ha annunciato la società azzurra, generando una valanga di reazioni di protesta da parte dei tifosi partenopei. E’ ingiustificabile far pagare ai tifosi 70 euro per un posto nel settore più popolare dello stadio, la curva, notoriamente frequentata dai giovani e dalle famiglie. Una decisione scellerata che ancora una volta penalizza gli appassionati della squadra della propria città. Per non parlare degli altri settori dello stadio. I prezzi vanno dai 130,00 euro di un biglietto per i Distinti ai 190 euro della Tribuna più bassa, mentre per la zona vip ci vorranno ben 250 euro per vedere la gara dalla Posillipo. Non si sa cosa giustifichi il prezzo: forse vedere Messi e compagni giocare, come se i tifosi partenopei fossero contenti di vedere Messi e compagni giocare. I napoletani quel giorno andranno a sostenere il Napoli e basta.

Non è la prima volta che il club Catalano viene a giocare nel Bel Paese ma il San Paolo diventa il “teatro” più caro d’Italia. A Roma, infatti, per la sfida a Messi e compagni di due anni fa per quarti di finale di Champions League i tifosi pagarono 40 euro per il settore popolare dello Stadio Olimpico (Curva Sud e Curva Nord). A  Torino invece per assistere dal vivo al match Juventus-Barcellona, i biglietti in curva furono messi a 55 euro, per arrivare ai 225 euro della Tribuna centrale.

E così, per un papà che vuole andare allo stadio San Paolo con i figli, l’esborso sarà quasi insostenibile. Un papà con due figli per il match di Champions se vorrà guardare la gara dai Distinti spenderà 390 euro. Un gruppo di amici maggiorenni, invece, per tre posti in Curva dovrà pagarne 210 euro. Una partita di calcio, specie in Champions League, dovrebbe essere uno spettacolo aperto a tutti. Perché la passione della gente non dovrebbe avere prezzo. 

Prezzi Roma-Barcellona

Prezzi Juventus-Barcellona