Tempo di lettura: 2 minuti

Napoli – Si continua a lavorare senza sosta al Rione San Gaetano dove, all’altezza di via Vecchia Miano Piscinola, da ieri pomeriggio oltre mille famiglie sono rimaste senza acqua per un importante guasto al sistema fognario, la rottura di una condotta idrica in Via cupa del Vicinale, nei pressi della scuola Ettore Carafa. Alcuni abitanti della zona sono stati costretti ad allontanarsi e a trascorre la notte da “sfollati” fuori alle proprie abitazioni.

Gli uomini dell’ABC si sono messi all’opera per ripristinare l’impianto quanto prima: come ha fatto sapere l’assessore al commercio dell’VIII Municipalità, Michel Di Prisco, alle prime luci dell’alba erano stati riallacciati gli impianti degli edifici da 13 a 21, mentre per gli altri erano già stati approntati alcuni punti di accesso.
I Punti di raccolta sono:
1) Via Janfolla, fronte chiesa adiacente negozio di Fiori A. Riccio
2) Via Vittorio Veneto, altezza ex Lavanderia Veneto
3) Via Vittorio Veneto, altezza Alessandro Macellaio
4) Via Vittorio Veneto, altezza palestra Universal Center

Inoltre, il personale in servizio sta tentando di ripristinare anche la fontana in piazzetta
Teano, davanti all’ingresso della Chiesa. Intanto, sale il malcontento tra la popolazione: “Sapete vero che via vecchia Miano Piscinola arriva fino al parcheggio della metro? Anche noi siamo senz’acqua da ieri pomeriggio, ma per noi non è previsto un punto di raccolta e non siamo nemmeno menzionati”, scrive qualcuno. Il Rione è da tempo “terra di nessuno”: l’ ultimo accordo di programma tra Ministero Lavori Pubblici, Regione Campania e Istituto Autonomo Case Popolari per la riqualificazione del quartiere risalirebbe al 2012 ma, ad oggi, la situazione appare ferma con intere aree completamente abbandonate.