Monti, promuovo eccellenze Sud ma no a candidature: “Non sono necessarie”

Tempo di lettura: 2 minuti

Napoli – “Oggi sono a Londra, con analisti ed investitori. Molti guardano con interesse alle aziende italiane. In questo contesto Napoli ed il Sud possono e devono giocare una ruolo da protagonista. Perché è nel Sud che ci sono maggiori margini di crescita. Spero di dare un contributo, perché il Mezzogiorno è la mia terra. Con questo spirito ho immaginato, coinvolgendo altri amici, ‘La Fabbrica dei Leader’”. Così il manager internazionale Riccardo Maria Monti rilancia l’appuntamento previsto a Napoli per il prossimo 13 Aprile, all’hotel Alabardieri dalle 9 alle 18. 

Un format – scrive su Facebook – già consolidato che ha avuto successo in molte città italiane. Racconteremo le eccellenze e le buone pratiche perché possano essere contagiose, esploreremo le opportunità, libereremo talenti. C’è una abitudine, per carità legittima, di classificare e leggere ogni forma di impegno in un desiderio di candidarsi a qualcosa. Non contesto chi sceglie questa strada. Ma non è la mia. Punto”. 

Amo Napoli – sottolinea – e metto in campo passione e voglia di fare. Credetemi è possibile dare anche evitando di ‘scendere in campo’, non è necessaria una candidatura per fare. Personalmente negli ultimi anni ho investito, creato della aziende come co-fondatore, portato investitori, invitato personalità ed autorità da tutto il mondo. E tutti rimangono a bocca aperta quando vedono il potenziale della nostra terra”.

Con questo spirito ho insistito, dunque, per fare anche a napoli un’edizione de ‘La Fabbrica dei Leader’”. Un’iniziativa che vedrà, fra gli altri, la partecipazione Maurizio Marinella, Paolo Scudieri, Gianluigi Cimmino, il direttore Federico Monga ed il maestro Gianni Maddaloni. Naturalmente con Luigi Crespi e Luca Telese