Musica “wild” e alcol a minori: ondata di multe e denunce da Bagnoli a Chiaia

Tempo di lettura: 4 minuti
Napoli – Movida selvaggia, week end all’insegna dei controlli della polizia locale in centro, al lungomare, a Bagnoli, passando per la zona collinare. Gli agenti dell’unità operativa Chiaia hanno effettuato per il fine settimana anche un’intensa attività a contrasto dei parcheggiatori abusivi in via Caracciolo e a Cavalli di Bronzo, sanzionando otto ras della sosta ai quali è stato notificato l’ordine immediato di allontanamento. Alcuni di loro sono stati sorpresi negli ultimi mesi più volte e si procederà con denuncia all’autorità giudiziaria per la reiterazione del reato. Un automobilista è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale perché a largo Sermoneta non si fermava all’alt intimato dai poliziotti ed assumeva un atteggiamento aggressivo.
Gli agenti hanno provveduto a elevare 165 verbali per la sosta irregolare lungo via Caracciolo, Mergellina e Posillipo. Lungo gli itinerari turistici si è provveduto al controllo di 21 attività tra ristoranti e bar e in via Santa Brigida un bar è stato sanzionato per occupazione abusiva di suolo pubblico e denunciato per uso non autorizzato dei locali interrati secondo le prescrizioni della sicurezza sui luoghi di lavoro. Quest’attività che era stata sanzionata già altre due volte per occupazione abusiva e per pubblicità non autorizzata negli ultimi mesi verrà segnalata agli uffici competenti per l’emissione dei provvedimenti consequenziali. Ai Quartieri Spagnoli due locali sono stati sanzionati per occupazione abusiva di suolo pubblico con tavolini e sedie. Anche la collina di Posillipo è stata oggetto di controlli, per diversi locali ed un bar in via Manzoni è stato sanzionato per impatto acustico, mentre in via Ferdinando Russo un locale è stato sanzionato perché sprovvisto di autorizzazione per l’attività di bar in quanto è stata dichiarata irricevibile dal servizio competente. Intensi sono stati i controlli in materia ambientale a Posillipo dove è stato individuato il responsabile dello sversamento di rifiuti di materiale edile che abbandonava sulla pubblica via i rifiuti edili provenienti da un appartamento in via Petrarca dove vi erano lavori di edilizia.
Gli agenti del Nucleo Mobilità turistica hanno svolto serrati controlli alle attività ricettive a seguito dei quali due b&b abusivi sono stati individuati in prossimità di via Chiatamone e multati ognuno con un importo di 3.333 euro. Per uno di loro si è provveduto a denunciare per mancata comunicazione degli occupanti. Si è proceduto al controllo dei taxi nelle zone di maggiore affluenza turistica e interessati alla balneazione come Posillipo dove sono stati sorpresi due operatori che esercitavano l’attività fuori turno per i quali si è provveduto al ritiro della licenza. Altri tre operatori sono stati multati per comportamento scorretto e per veicolo in pessime condizioni manutentive. Gli agenti appartenenti all’unità operativa Fuorigrotta hanno effettuato controlli di polizia amministrativa sulla movida di Bagnoli. In via Leopardi un bar è stato sanzionato per ampliamento della superficie di somministrazione di alimenti e bevande e secondo la normativa vigente sono state contestate due violazioni diverse per un totale di 8.000 euro. In via Coroglio un soggetto è stato sorpreso alla vendita di alcolici in forma itinerante su aree pubbliche senza alcun titolo per cui è stata comminata una sanzione di 1.032 euro e la merce interamente sequestrata per essere confiscata. Sempre in via Coroglio una discoteca è stata sottoposta a rilievi fonometrici di concerto con il personale dell’Asl ed è stato rilevato che sono stati superati i limiti previsti dal piano di zonizzazione Acustica del Comune. La sanzione formalizzata ammonterà a 2.000 euro, mentre al responsabile dell’attività, più volte deferito, è stato contestato il reato di somministrazione di alcool a minori. Gli stessi reati sono stati contestati ad altri due pubblici esercizi a Nisida e via Coroglio, i cui titolari somministravano bevande alcoliche nella fascia oraria vietata dalla normativa tra le tre e le sei del mattino per cui sono stati sanzionati con una violazione pari a 6.666 euro, secondo quanto disposto dalla normativa. Gli agenti del reparto Tutela minori hanno effettuato prevenzione contro la somministrazione di alcool ai minori in zona Scarlatti, Aniello Falcone e piazza Immacolata, mentre per un locale di vico Carrozzieri è scattata la sanzione per violazione del Piano di zonizzazione acustica in quanto diffondeva musica ad alto volume, pur essendo autorizzato, ma con porte aperte creando disturbo alla quiete pubblica.