Tempo di lettura: 2 minuti

Napoli – Saranno tra dieci e dodici le liste a sostegno del candidato sindaco Gaetano Manfredi a Napoli. Lo si apprende da fonti del centrosinistra che delineano la coalizione con il Movimento 5 Stelle in vista delle elezioni comunali. In prima linea ci saranno le liste di Pd, Leu e M5S, con ovviamente una lista diretta espressione di Manfredi. A sinistra si delinea una lista unificata con Sinistra Italiana, Articolo 1 e Socialisti, mentre due dovrebbero essere le liste di centro, con dentro anche i Moderati. La corrente a sostegno del presidente regionale Vincenzo De Luca sarà espressa dal movimento che si presenta alle regionali come Campania Libera e che in città presenterà una lista dal nome Napoli Libera, mentre sono attese singole liste di Italia Viva e dei Repubblicani. Ancora in forte dubbio la partecipazione dei Verdi alla coalizione: nei prossimi 10-15 giorni, spiegano dai Verdi, ci saranno delle consultazioni interne su due temi. In primo luogo la disponibilità del consigliere regionale Francesco Borrelli a candidarsi a sindaco, anche da solo per i Verdi e poi sulla possibilità che Sergio D’Angelo possa ritirare la propria candidatura, convergendo su Manfredi. In quel caso, spiegano dai Verdi, una parte della galassia che a suo tempo ha sostenuto de Magistris e dei centri sociali entrerebbero in coalizione rendendo difficile l’adesione del partito ecologista. Intanto il Pd sta costruendo le sue liste, partendo da volti nuovi del gruppo dei giovani che hanno fatto strada in questi anni nelle municipalità a partire da Pasquale Esposito, consigliere di municipalità più votato a Secondigliano, Gennaro Acampora di San Carlo all’Arena, Tommaso Nugnes dalla municipalità di Pianura, Nicola Pezzella, nipote di Armida Filippelli, dalla municipalità di Chiaia. Tra i candidati anche l’ex consigliere regionale Enza Amato e l’ex alleata di de Magistris Flavia Sorrentino, che si occupò dello sportello “Difendi la città” del Comune prima di separarsi dall’attuale sindaco. Tra i nomi civici nomi che stanno emergendo anche la responsabile del Progetto Museo a Napoli Francesca Amirante, storica dell’arte, e la giovane Antonella Loffredo rappresentante di numerose associazioni del centro storico di Napoli. Il Pd, intanto, sta preparando la festa dell’Unità che si terrà a fine luglio a Santa Chiara.