Tempo di lettura: < 1 minuto

Napoli – Intervengono nel cuore della notte per soccorrere una persona che aveva tentato il suicidio con gocce di En, farmaco a base di delorazepam, un ansiolitico che appartiene alla classe delle benzodiazepine, e vengono aggrediti dai familiari.

E’ il bilancio dell’ennesima aggressione, la numero 103 dall’inizio del 2019, avvenuta poco dopo le 3 della scorsa notte ai danni della postazione 118 degli Incurabili, recatasi in vico della Consolazione, nel centro storico di Napoli, per prestare assistenza al paziente che poco prima aveva tentato il suicidio.

Un parente – stando alla denuncia di “Nessuno Tocchi Ippocrate -, vedendo che l’ambulanza era sprovvista del medico, ha incominciato dapprima ad inveire contro l’autista donna e successivamente è passato alle mani spintonando la stessa. Dopo i momenti di tensione, il personale del 118 ha provveduto a trasportare l’uomo al Vecchio Pellegrini. In giornata dovrebbe essere formalizzata la denuncia dell’aggressione.