Tempo di lettura: 3 minuti

Il Napoli resta imbattuto in Champions League grazie all’1-1 maturato al San Paolo contro il Barcellona. Doveva essere la partita di Messi, per la prima volta nel tempio di Diego Maradona, e invece la Pulce non incide nel match di Fuorigrotta. Gli azzurri sorprendono i blaugrana alla mezz’ora, con Mertens che sblocca con uno splendido destro ed eguaglia Hamsik come miglior cannoniere della storia del club. Il belga, però, si fa male nella ripresa, lascia il campo e al 57′ Griezmann firma il pari. Nel finale espulso Vidal per doppio giallo in pochi secondi.

La partita – Al 9′ arriva il primo tentativo di Messi che scambia con De Jong, calcia col mancino ma colpisce male e la palla finisce altissima sulla traversa. Il tema della partita resta lo stesso: Barça che lavora sul lungo possesso, Napoli che tiene la squadra bassa nella speranza di far male in contropiede. La squadra di Gattuso si difende cortissima e non lascia spazi e il lungo possesso palla del Barça non produce nessuna minaccia agli azzurri.  Al 20′ Fabian Ruiz cambia di prima sulla destra per l’inserimento di Callejon: lo spagnolo appoggia in mezzo per Mertens, ma una deviazione di Umtiti salva i blaugrana. Alla mezz’ora sblocca Mertens e diventa il miglior cannoniere del Napoli alla pari di Hamsik. Zielinski con forza agonistica e tecnica, supera Umtiti e appoggia sulla sinistra per il belga che si sistema la sfera sul destro e, dal limite, trova l’angolo che batte Ter Stegen. Allo scadere del primo tempo il Napoli va vicino al raddoppio. Sugli sviluppi di un calcio di punizione, classico movimento a elastico di Callejon che, di prima, passa al centro per Manolas che di destro non trova la porta per pochissimi centimetri.

Dura 8 minuti il secondo tempo di Dries Mertens, costretto ad abbandonare il campo dopo un fallo di Busquets (che salterà la gara di ritorno), sostituito da Milik. Bellissima imbucata sulla destra per Semedo che, parte in posizione regolare, e serve in mezzo per Griezmann che non sbaglia davanti a Ospina e sigla il pareggio. Al 61′ Insigne punta i suoi avversari sul lato corto dell’area di rigore e, con una finta, passa in mezzo prima di scaricare il destro verso la porta ma il portiere si distende e para. Due minuti più tardi gli azzurri sfiorano il vantaggio con Callejon che spreca malamente davanti a Ter Stegen. Azione in orizzontale degli azzurri, con Milik che serve lo spagnolo libero al centro che controlla e tira col destro, ma l’estremo difensore blaugrana si oppone con il corpo. Pochi minuti dopo è il Barcellona a rendersi pericoloso grazie a una magia di Messi che riesce ad allargare sulla destra per Vidal: il cileno restituisce la sfera al 10 argentino, ma Ospina in uscita bassa allontana la sfera. Nei minuti finali scintille in mezzo al campo per un fallo in ritardo di Vidal e il cileno va testa a testa con Mario Rui. L’arbitro ammonisce il giocatore del Napoli ed estrae due gialli nei confronti di Vidal che viene espulso. 

Napoli – Barcellona 1-1

Marcatori: 30′ Mertens (N), 57′ Griezmann (B)

Napoli (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Manolas, Maksimovic, Mario Rui; Fabian Ruiz, Demme (79′ Allan), Zielinski; Callejon (74′ Politano), Mertens (54′ Milik), Insigne. All.:Gattuso

Barcellona (4-3-3): Ter Stegen; Semedo, Piquè, Umtiti, Firpo; Rakitic (56′ Arthur), Busquets, De Jong; Messi, Griezmann, Vidal. All.: Setien

Ammoniti: Busquets (B), Insigne (N), Messi (B), Griezmann (B)

Espulso: Vidal (B)