Tempo di lettura: 4 minuti

Napoli – Torna domenica 19 settembre il Napoli Bike Festival con la decima edizione, che si svolge nell’ambito della Settimana Europea della Mobilità Sostenibile. Il quartier generale sarà la Mostra d’Oltremare, e il suggestivo spazio del Giardino dei Cedri, con ingresso da Viale Marconi, e la giornata si combina con la festa del Santo Patrono, San Gennaro, che viene ricordato nello spot per il “miracolo delle bici“, con l’idea di Paolo Franceschini, il “comicista“, un po’ comico un po’ ciclista.

La giornata del Festival sarà anticipata domani, sabato 18 settembre, alla Bicycle House dalle 19 con la musica di Dario Cervo – San Gennaro Bar -, un musicista ispirato dai luoghi in cui ha viaggiato, Africa, Sud America, India, i Balcani, Spagna, Cuba, che ha recentemente collaborato e suonato con Jovanotti nei suoi concerti live.

Domenica alle 9 parte la pedalata collettiva dalla Galleria Principe alla Mostra d’Oltremare: un percorso pianeggiante adatto a tutti e con l’invito ai partecipanti di portare uno strumento musicale, un campanello per far sentire il suono del cambiamento. Alla Bicycle House sarà possibile prendere bici a noleggio. Molte le altre attività previste dalle 10 alle 20. Riapre l’area espositiva con marchi leader a livello mondiale, prove di bici muscolari, a pedalata assistita, monopattini, cargo bikes, tandem, bici pieghevoli, accessori, abbigliamento.

Una grande opera di street art, realizzata da Antonio Tempesta, accoglierà i visitatori alla Mostra d’Oltremare: sarà la più grande tra quelle ispirate alla bici mai realizzate, legata all’immagine della campagna del Napoli Bike FestivalIl tuo strumento per cambiare aria” che diventa un percorso ludico didattico, con omaggio arancione all’Olanda per l’impegno nel campo della ciclabilità.

Dieci anni di Festival – spiega Luca Simeone, direttore del Napoli Bike Festival sono un traguardo importante per la città. La conferma sempre più crescente che la mobilità sostenibile e ciclabile è di casa a Napoli e ha bisogno di spazio. Questo evento rappresenta una comunità composita, che si è candidata già da diversi anni per voler trasformare la città nel segno di una maggiore qualità della vita, inclusione, rispetto per i più fragili, riqualificazione e rivitalizzazione dello spazio urbano“.

Tante le attività dedicate ai bambini: la patente in bici, una caccia al tesoro in bicicletta, l’open day della scuola di ciclismo e mountain bike, spettacoli ed artisti di strada, letture a bassa voce con storie di bici, spazio all’inclusione con un biketour per ragazzi con disabilità. Spazio anche per presentazioni di libri tra cui quello a fumetti che racconta il rapporto di Margherita Hack con le stelle e la bici in collaborazione con Comicon. Si parlerà di ciclo-viaggi: si parlerà della ciclovia dei parchi della Calabria; un contest di cicloviaggiatori e soprattutto, il bike speaker corner con le più varie testimonianze, dal Bike Chef Cristiano Sabatini, che cucinerà una carbonara partenopea, al giornalista Gian Luca Gasca viaggiatore, convinto sostenitore di una mobilità sostenibile, ad Adele Pomponio, Inail Campania che racconterà l’esperienza di Casa Rider, ad Aart Heering, dell’Ambasciata del Regno dei Paesi Passi e tanti altri.

Tra i workshop previsti quello di ciclofficina, laboratori di origami ispirato alle bici, un laboratorio creativo in collaborazione con Davide Carnevale, Ambasciatore del Terzo Paradiso Fondazione Michelangelo Pistoletto e il wokshop con il Bike Lab del dottor Di Micco, sui segreti della biomeccanica e della corretta postura. I sessanta ettari di verde della Mostra d’Oltremare saranno aperti a tutti con aree food e pic nic. Anche in Mostra si potranno noleggiare bici e partecipare alla pedalata alla scoperta delle piante e degli alberi monumentali. Il Napoli Bike Festival è organizzato dall’APS Napoli Pedala patrocinato del Comune di Napoli, Regione Campania e Mostra d’Oltremare e con il supporto dell’Ambasciata del Regno dei Paesi Bassi in Italia, Inail Campania e di ANM.