Tempo di lettura: 2 minuti

Edimburgo – Una gara praticamente perfetta. Così inizia il ciclo di sfide amichevoli per il Napoli che ha surclassato e travolto i campioni d’Europa del Liverpool. Tre a zero il punteggio finale. Certo è sempre calcio d’agosto e gli inglese, come i partenopei del resto, si presentavano con tante assenze importanti. Ma non è questo ciò che conta, non sono i numeri, quanto il fatto che Ancelotti comincia a intravedere la sua formazione, quella che ha idee e soluzioni da portare a termine, con un undici che conosce bene lo spartito da suonare. E la dimostrazione arriva già nella prima frazione di gioco di questa sfida di Edimburgo. Un uno – due micidiale che ha abbattuto i Red devils. Al 17′ la sfida si è aperta con la ripartenza di Mertens che ha servito Insigne in contropiede, il capitano ha puntato Matip e fatto secco Mignolet con un tiro a giro. Undici minuti dopo e arriva anche il raddoppio. Sempre Insigne a dirigere con un cross al centro che trova Milik pronto alla deviazione vincente. Liverpool stordito, Napoli che controlla, Manolas sta entrando sempre di più nei meccanismi, Verdi che quasi quasi sta convincendo tutti a poter rimanere in azzurro. Ovviamente la formazione di Klopp non sta a guardare ma Meret è sempre attento. A inizio ripresa arriva anche il tris degli azzurri. Altra ripartenza con Verdi che lancia Insigne. Tiro a giro, Mignolet respinge, ma sulla ribattuta il più veloce è Younes che ribadisce in rete. Napoli in scioltezza e ancora pericoloso in contropiede, Klopp che invece regala spazio a tutti in vista dell’imminente inizio di campionato. Finisce tre a zero, la soddisfazione dei giocatori ma soprattutto del tecnico è vedere un progresso importante. E mancavano dei titolari, così come mancavano pedine che la società sta cercando di regalare al proprio allenatore. In attesa che ciò si concretizzi, intanto, c’è da essere felici per il tris ai campioni d’Europa