Tempo di lettura: 2 minuti

Napoli – Primi effetti della sentenza della Corte Costituzionale sul bilancio del Comune di Napoli. Con una nota inviata poche ore fa (n. 95172) dal dirigente del Servizio Sostegno all’Occupazione sono state “precauzionalmente sospese” a partire da oggi le prestazioni socialmente utili integrative degli Lsu del Comune di Napoli.

Una batosta per i lavoratori che si vedranno così diminuite le ore lavorative e quindi lo stipendio, ma anche per i cittadini che non potranno più usufruire dei servizi prestati che vanno dalla manutenzione alle prestazioni sociali. Palazzo San Giacomo trema dopo la tegola della Corte costituzionale che ha bocciato il bilancio definendo “illegittimo” l’uso delle anticipazioni di liquidità per coprire un disavanzo che ora – ricalcolato – ammonterebbe ad oltre un miliardo col rischio default. Una decisione quella della Corte Costituzionale “ che potrebbe comportare – scrive il dirigente  – importanti ripercussioni sulla contabilità dell’ente, sulle attività amministrative di competenza e sulle prossime determinazioni in materia di bilancio”. In attesa che la ‘patata bollente’ ripassi alla Corte dei Conti della Campania ora i dirigenti tentano di arginare i danni e di mettersi al riparo. Quella di ieri, dicono nei corridoi di Palazzo San Giacomo, è solo la prima di numerose contromisure che arriveranno a cascata.

A cura di Marina Cappitti