Tempo di lettura: 3 minuti

Napoli – Intervento chirurgico da record al Policlinico Federico II di Napoli. Un ragazzo canadese, dopo una operazione non riuscita negli Stati Uniti, arriva a Napoli per farsi curare il Sinus pilonidale. Nel capoluogo partenopeo l’intervento riesce brillantemente, il post operatorio è perfetto e il giovane può tornare nel proprio Paese completamente guarito.

La storia comincia quando il ragazzo, affetto da una patologia fastidiosa e invalidante, il sinus pilonidale, vale a dire una fistola coccigea, si sottopone ad un intervento chirurgico negli Stati Uniti d’America. Negli States però, nonostante le aspettative, le cose non vanno affatto bene. Il paziente lamenta tanto dolore, è sottoposto a medicazioni continue ed è obbligato a stare lontano dal lavoro per tanti mesi. Ma soprattutto poco dopo l’intervento la patologia riappare e dovrebbe operarsi nuovamente. Ma spaventato dall’idea di subire l’identico calvario che non ha portato a nulla di buono George, nome di fantasia, capisce che è il momento di trovare un’alternativa. Il ragazzo comincia a fare delle ricerche e si imbatte in alcune pubblicazioni scientifiche, in particolare quelle sulla rivista Jama Surgery, del dottor Marco Milone che lavora a Napoli. Milone collabora infatti con il team del professor Giovanni Domenico De Palma, direttore del Dipartimento di Gastroenterologia, Endocrinologia e Chirurgia Endoscopica dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II di Napoli, ed è l’ideatore di una moderna tecnica mini-invasiva per il trattamento del sinus pilonidale.

“Tradizionalmente – sottolinea De Palma il trattamento chirurgico di questa patologia richiede ampie incisioni chirurgiche con un conseguente recupero non brillante né immediato. Nasce proprio al Policlinico Federico II un trattamento endoscopico mini-invasivo di questa patologia che garantisce una rapida ripresa delle normali attività quotidiane e lavorative”
George si mette in contatto con i medici e si decide a venire in Italia, per la prima volta nella sua vita, per sottoporsi a questa innovativa operazione chirurgica. L’operazione riesce perfettamente e il decorso è perfetto. George ha salutato entusiasta tutto il team ed è tornato a casa.
Sulla brillante operazione è intervenuto anche il governatore della Campania Vincenzo De Luca: “Dopo aver tentato, senza successo, l’intervento chirurgico negli Stati Uniti, un ragazzo canadese affetto da una patologia fastidiosa e invalidante, il sinus pilonidale, viene in Italia nell’unica realtà dove si sperimenta una tecnica operatoria altamente innovativa per questa patologia. L’intervento chirurgico è perfettamente riuscito. Il giovane canadese sta bene e, prima di tornare a casa, ha salutato il team con un entusiastico «wonderful dottore». Succede in Campania, a Napoli, al Dipartimento di Gastroenterologia, Endocrinologia e Chirurgia Endoscopica dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II. Complimenti a tutto il team per lo straordinario lavoro. Siamo orgogliosi della sanità campana”.