Tempo di lettura: 3 minuti

Napoli – Il Napoli vince contro la Lazio e vola in semifinale di finale di Coppa Italia dove affronterà la vincente di Inter-Fiorentina. Al San Paolo tornano i tifosi, gli ultras e si vede. Un segnale di svolta quello dei gruppi organizzati, rispetto al caso che tiene banco ormai da mesi, che ha dato una spinta in più agli uomini di Gattuso. Partita ad altissima tensione, soprattutto nei primi 25 minuti del primo tempo: dopo il gol di Insigne, sono arrivati un rigore sbagliato da Immobile e le due espulsioni di Hysaj e Leiva. Nella ripresa due legni a testa ma la Lazio va ko dopo 12 vittorie di fila.

Partita – Clima incandescente adesso al San Paolo e gara subito ad alti ritmi e spettacolare. Prima azione e subito gol per gli azzurri. La manovra si sviluppa dalla destra verso la sinistra, con Insigne che punta l’avversario, lo salta con una finta a rientrare e trafigge il portiere con il destro. La Lazio che cerca subito di reagire allo svantaggio, ma la forza agonistica del Napoli non permette agli ospiti di sviluppare la manovra. I biancocelesti si rendono pericolosi con il tiro da fuori di Milinkovic-Savic, respinto dal portiere. L’azione prosegue e arriva il colpo di testa di Caicedo, ostacolato con le cattive però da Hysaj: giallo e rigore per i biancocelesti. Dal dischetto si presenta Immobile ma l’attaccante scivola col piede d’appoggio e conclude alto col destro. Altra occasione per gli ospiti al 15′, con Parolo che serve in mezzo per Caicedo, bravo a girarsi e concludere in porta: il sinistro a incrociare viene bloccato da Ospina. Intorno al 20′ arriva l’episodio che potrebbe cambiare la gara. Ingenuità di Hysaj che arriva in ritardo su Immobile e si becca il secondo giallo. Il Napoli resta in 10 ma dopo neanche cinque minuti si ristabilisce la parità numerica. Leiva ferma Zielinski in ripartenza e viene ammonito: proteste con parole che l’arbitro non tollera. Secondo giallo e anche il brasiliano va sotto la doccia. Nel finale della prima frazione la Lazio prova a sorprendere la difesa azzurra con un paio di lanci in verticale, ma la coppia di centrali del Napoli è attenta e non lascia scoperte zone del campo. 

Nella ripresa parte bene la Lazio. Bella imbucata per Lazzari che taglia in area e rientra, allungandosi il pallone che diventa preda del destro di Immobile: il suo tiro a incrociare viene bloccato dal portiere. La squadra di Simone Inzaghi prova ad alzare il ritmo di pressione, il Napoli contiene e cerca di sfruttare gli spazi in contropiede. Altra chance per l’attaccante che, su cross da calcio d’angolo, conclude da posizione ravvicinata: colpisce male e tira a lato. Il Napoli si ripresenta in avanti con il tentativo dalla distanza di Insigne: tiro a giro, troppo alto per impensierire il portiere. Poco dopo azzurri a un passo dal raddoppio con il colpo di testa di Milik che sbatte sul palo. Nel finale ancora emozioni con la Lazio che va a un soffio dal pari, con la sponda di Milinkovic-Savic per Lazzari che conclude al volo dal limite e colpisce la traversa. Nel recupero quarto legno della serata, questa volta lo colpisce Fabian Ruiz, sfortunato sulla conclusione col destro a giro. Dopo cinque minuti di recupero il San Paolo può gioire, il Napoli vola in semifinale.

NAPOLI-LAZIO 1-0

Marcatori: 2′ Insigne

Napoli (4-3-3): Ospina; Hysaj, Manolas, Di Lorenzo, Mario Rui; Lobotka (22′ Luperto), Demme, Zielinski; Callejon (68′ Elmas), Milik, Insigne (77′ Fabian Ruiz). All.: Gattuso.
Lazio (3-5-2): Strakosha; Luiz Felipe, Acerbi, Radu (69′ Patric); Lazzari, Milinkovic-Savic, Leiva, Parolo, Lulic (76′ Jony); Caicedo (54′ Correa), Immobile. All.: Inzaghi.

Ammoniti: Acerbi.

Espulsi: Hysaj (N) al 19′ per doppia ammonizione, Leiva (L) al 24′ per doppia ammonizione.

Note: Immobile tira alto il rigore al 10′.