Tempo di lettura: 2 minuti

Napoli – “Questa squadra non sta bene mentalmente, deve ritornare serena. I giocatori sono fortissimi, ma il momento è così”. Comincia con una sconfitta l’avventura di Gennaro Gattuso sulla panchina del Napoli e il tecnico non cerca scuse nel post gara del San Paolo mettendo in evidenza tutti i limiti degli azzurri. “I primi 10’ molto brutti rispecchiano proprio questo momento. Ho visto anche cose positive, ma la squadra è in sofferenza perché non vince da 50 giorni e deve trovare un equilibrio che al momento non c’è. Dobbiamo tornare a fare le cose con entusiasmo”.

La crisi di risultati del Napoli continua ma dando un’occhiata ai dati della partita qualcosina di buono la squadra azzurra ha fatto. Qualche segnale positivo con Ringhio in panchina si è intravisto: dopo il primo gol il Napoli ha alzato testa e ritmo, ha attaccato a testa bassa, ha calciato decine di volte in porta. Il grande segreto degli uomini di D’Aversa è stato il cinismo. Malgrado il 66% di possesso palla e i 33 tiri scoccati nell’arco dei 90′ dal Napoli, infatti, è stata la formazione crociata a prevalere, segnando 2 reti su “sole” 7 conclusioni totali. Inoltre, secondo quanto riportato da Opta, il Napoli è la terza volta che, dal 2004/2005, perde dopo aver effettuato 33 tiri. Sensazioni di incompiutezza e dati che rispecchiano il momento difficile del Napoli di De Laurentiis. Un problema quello della supremazia non concretizzata che Gattuso dovrà provare a risolvere il prima possibile. Il tecnico proverà ad affidarsi ad Arek Milik, ancora a segno dopo la tripletta realizzata in Champions Leaugue al Genk, per uscire dalla crisi. Il polacco, con il gol di ieri, ha confermato di essere la bestia nera del Parma avendolo colpito in totale cinque volte. Per l’attaccante è arrivato il nono centro stagionale in 689 minuti: un gol ogni 76,5 minuti.

L’ultima vittoria in Serie A è datata 19 ottobre al San Paolo contro il Verona. L’obiettivo degli azzurri è quello di migliorare il pessimo ruolino di marcia che ha caratterizzato le ultime giornate: 2 punti in 3 gare, arrivati dai pareggi contro Milan e Udinese (entrambe 1-1) e la sconfitta col Parma.