Tempo di lettura: 2 minuti

Napoli – Continuano le ricerche da parte dei carabinieri per catturare i killer di Stefano Bocchetti. Controlli e perquisizioni, con il supporto del nucleo dei carabinieri cinofili, hanno portato a risultati importanti. Sono state trovate e sequestrate altre armi.

In verità, come riportato da Il Mattino, il comandante provinciale dell’Arma, generale Giuseppe La Gala, ha in mente un piano dettagliato per contrastare la criminalità: in questi giorni sono stati effettuati oltre 500 controlli alle persone sottoposte a misure limitative della libertà personale e decine sono state le perquisizioni in molti quartieri perquisizioni in molti altri quartieri, Poggioreale, Bagnoli e alla Sanità. sole 48 ore sono state sottoposte a controlli 186 persone, ben 75 delle quali con precedenti di polizia. Cinque le persone denunciate e una arrestata.

Nel rione Traiano sono state trovate e sequestrate: una pistola,nascosta in un atrio condominiale di via Palazziello; una pistola calibro 7,65 con matricola abrasa e serbatoio con all’interno tre proiettili, trovata dai militari in un’area verde a via Romolo e Remo.

A Poggioreale i carabinieri hanno denunciato una donna ucraina 23enne perché irregolare sul territorio nazionale, un ragazzo rumeno 29enne perché fermato, alla guida senza aver mai conseguito la patente ed un uomo napoletano di 54 anni perché trovato in possesso di 99 confezioni di profumi falsi.