Tempo di lettura: 2 minuti

Aiutatemi a ritrovare il fratello di mio padre“. Questo l’appello lanciato sui social che ha raccolto centinaia di condivisioni. Un intero quartiere napoletano, Pianura, si sta mobilitando in queste ore per realizzare il sogno del papà di Roberta di rivedere dopo oltre 60 anni il fratello maggiore dato in adozione subito dopo la nascita. 

Lanciato sulla pagina “Pianura e dintorni“,  il messaggio della giovane 26enne è già arrivato alla redazione di “Chi l’ha visto” e a quella de “I Fatti vostri” con Giancarlo Magalli che ha invitato nei prossimi giorni Roberta e suo papà Giuseppe in trasmissione. 

E’ una mia richiesta per mio padre – spiega la ragazza –. Si chiama Giuseppe Carandente Coscia, nato a Pianura il 30/11/1956, corrisponde alla foto dell’uomo adulto e del bambino in braccio alla madre, cioè mia nonna Polverino Giuseppa, nata a Pianura il 16/03/1923. Mia nonna prima di sposarsi con mio nonno Carandente Coscia Vincenzo, ha dato in adozione il suo primo figlio avuto con un altro uomo, tra gennaio e maggio 1951. Il bambino, che si chiama Giorgio ed è ancora vivo, aveva pochi mesi e tutte le sue tracce sono state completamente cancellate. Mio padre è in cerca di suo fratello da tempo, per cui vi chiedo di condividere questa foto e far girare questo appello. Forse grazie alla foto, sperando in un’eventuale somiglianza e grazie ai ricordi e alla coscienza dei pianuresi, quelli non più giovanissimi, mio padre potrebbe, finalmente, conoscere ed incontrare suo fratello. Grazie a tutti coloro che condivideranno questa storia”.