Tempo di lettura: < 1 minuto

Napoli – “Noi siamo lavoratori come tutti gli altri. L’Italia si è dimenticata di noi” così gli operatori dello spettacolo unitamente al variegato mondo della cultura scendono in piazza a Napoli. Dove in questo momento sono in presidio a piazza del Gesù.

Da inizio pandemia in difficoltà. Teatri, cinema e palestre per la danza chiusi. Milioni investiti per sanificazione e adeguamenti strutturali e ora una nuova chiusura. Gli operatori non ci stanno “non siamo una fabbrica” tuonano oggi dal centro storico partenopeo. Un abbandono, quello delle istituzioni agli operatori del settore, che oggi i manifestanti definiscono, ironizzando, “un assenza spettacolare“. In piazza anche Gianfelice Imparato, attore della serie “I bastardi di Pizzofalcone”