Tempo di lettura: < 1 minuto

Napoli – Era il 29 aprile quando i Carabinieri della Stazione di Bacoli rinvennero in mare, nei pressi dell’arenile, il corpo senza vita di un uomo ancora non identificato.

Il cadavere pare appartenere ad una persona occidentale di sesso maschile di un’età compresa tra i 30 e i 50 anni e probabilmente con i capelli lunghi circa 6-7 centimetri, di colore castano scuro.

Risulta fondamentale per lo sviluppo delle indagini e per favorire l’identificazione, la diffusione del particolare tatuaggio sulla spalla destra dell’uomo che sembra raffigurare una donna con le ali e un coltello stretto nella mano destra.