Tempo di lettura: 4 minuti

Renato Carosone il 3 gennaio 2020 ha compiuto 100 anni ed è, ancora oggi, tra i cantautori più interpretati al mondo e tanti sono gli artisti che scelgono di incidere i suoi brani più famosi, ma c’è anche chi invece, da cultore, decide di cantare i suoi brani meno noti, se non addirittura qualche inedito. Quest’anno per il doppio album “Renato Carosone 100” è stato pubblicato “’A signora”, un brano che Renato Carosone scrisse con Sandrino Aquilani tra il 1993 e il 1994 e che non ha mai inciso, infatti del brano esiste un provino voce e pianoforte.

Il brano, ispirato a Sharon Stone e ad una famosa scena del film “Basic Instinct”, è stato conservato per anni da Aquilani che fu sia autore che produttore discografico di Renato dal 1982, l’anno del ritorno in studio di Carosone (su invito di Sandrino Aquilani) con l’album “Renato Carosone 82” e proprio una copia di questo album, autografato proprio da Carosone, è stata regalata da Aquilani ad Ottavio Buonomo che ha deciso di tornare a registrare un album in studio (ma sarà Aquilani a spingere gli artisti al microfono?) dedicato appunto al grande Renato Carosone. L’album sarà pubblicato entro l’anno prossimo (e saranno incisioni in studio e live) ma da marzo con un video realizzato da Maria Di Leo, si potrà ascoltare già sul web il brano “’A signora” di cui Ottavio Buonomo sarà il primo interprete dopo il provino inedito di Carosone. L’arrangiamento del brano è del maestro Franco Di Leo.

Ottavio Buonomo racconta così com’è nato l’album dedicato a Carosone: “E’ da un po’ che volevo fare qualcosa per Renato che ascoltavo da quando avevo due, tre anni… Quest’anno Renato compie 100 anni e volevo omaggiarlo in qualche modo. Sulla mia pagina Facebook sto pubblicando foto, video e tanti aneddoti, anche inediti. Ma volevo fare qualcosa di diverso ed ecco che ho pensato di incidere alcune canzoni meno note del Maestro, tra cui ‘A SIGNORA che ho scoperto solo quest’anno perché pubblicata dal carissimo Sandrino Aquilani. Ho avuto il piacere di incontrarlo, mi ha raccontato tanto di Renato. Poi qualche giorno dopo gli ho chiesto se potevo incidere una mia versione di ‘A SIGNORA e mi ha dato l’ok… è stato veramente gentilissimo, cordiale come pochi. E’ una bellissima persona e vuole bene a Renato! Si vede!”

Ma a Renato Carosone, Ottavio Buonomo dedicherà anche uno spettacolo che però sarà portato nei teatri e nelle piazze dall’estate 2020. Non è un musical, né una commedia, né un concerto. E’ uno spettacolo tra il recital e il racconto, si parla di Renato, si cantano i brani di Renato (anche quelli meno conosciuti). Con Ottavio la cantante Mary Di Leo, l’attrice Chiara Napolitano ed il musicista Pippo Noviello. Il titolo è ancora provvisorio: Renato Carosone, da cento in poi…

Sarà uno spettacolo che si aggiunge alla già importante carriera di Ottavio Buonomo, in questi giorni al Teatro Italia di Acerra (NA) con lo spettacolo “Ehi prof.!” scritto da Pasquale Forni per dire “Stop al bullismo”. Ottavio è tra gli artisti più poliedrici del panorama culturale italiano, attore ma anche regista, cantautore, produttore. Più di 125 titoli in carriera. E’ stato attore di Enrico Montesano in “Passeggiate romane” e “Buon compleanno”, due tour di successo. Ha partecipato a pluripremiati film. Ha diretto, tra gli altri, attori come Alvaro Vitali e Rosaria De Cicco.

Ha inciso più di 500 brani e ne ha scritti più di 120 tra cui “Core malato” per la voce di Giovanna.

Di recente è stato ospite di Caterina Balivo con la sua futura moglie Maria, a “Vieni da me”, su Rai Uno per parlare del Reuccio Claudio Villa. Tra i prossimi spettacoli, oltre al recital dedicato a Renato Carosone, ha in programma “Asola amore mio, il tuo Bottone” di Pasquale Forni e “La vera storia di Cenerentola” che ha scritto l’anno scorso e che sarà in scena per la stagione teatrale prossima. Una Cerentola made in Napoli…. e nello spettacolo, e non è un caso, ci sono anche brani di Renato Carosone!