Tempo di lettura: 2 minuti
Napoli – Botte da orbi in corsia, ennesima aggressione nella sanità napoletana. Sono stati attimi di puro terrore, quelli vissuti ieri sera all’ospedale San Paolo di Fuorigrotta.
 
Protagonista in negativo dell’incresciosa vicenda un uomo che aveva accompagnato al pronto soccorso un proprio parente. Raggiunto il presidio sanitario di via Terracina in un orario nel quale la sala era a dir poco affollata, ha però trovato tutti i posti a sedere occupati. Apriti cielo. In pochi minuti la situazione è degenerata e l’uomo ha scatenato tutta la propria furia contro un vigilante, colpendolo ripetutamente con pugni e calci.
A nulla è servito il tentativo della guardia giurata di placare gli animi, assicurandogli che di lì a breve gli avrebbe procurato una sedia a rotelle.
 
Il vigilante non ha infatti nemmeno avuto il tempo di cercarla in reparto che l’uomo, stando a una prima ricostruzione dei fatti, si è subito scagliato contro di lui colpendolo prima al viso e poi agli arti inferiori. Un’ondata di violenza placatasi soltanto con il successivo arrivo della polizia. L’aggressore per il momento se l’è cavata con una denuncia, la guardia giurata è stata invece costretta a ricorrere alle cure dei sanitari, ricevute le quali è stato dimesso con una prognosi di cinque giorni. Nei giorni scorsi analoghi episodi si erano purtroppo già verificati anche in altri ospedali della città.