- Pubblicità -
Tempo di lettura: 2 minuti

Ha colpito ripetutamente al volto e alla testa una donna Schiaffi e pugni che la lasciano senza fiato. Tutto questo è accaduto la scorsa notte in via Cattolica a Napoli dove non distante c’era una pattuglia dei carabinieri che è immediatamente intervenuta. In manette è finito un 30enne mentre la ragazza, una 26enne, è stata portata in ospedale e dopo aver ricevuto le cure necessarie ha presentato denuncia.

I due erano a bordo di una macchina che all’improvviso ha fermato la sua corsa. Dal lato passeggero è scesa una ragazza che in lacrime ha iniziato ad urlare disperata. L’autista ha lasciato l’auto e ha inseguito la donna. Ha afferrato per il braccio la ragazza per poi colpirla ripetutamente al volto e alla testa. Schiaffi e pugni. I carabinieri hanno visto la scena e sono corsi immediatamente verso la la coppia ma lui ha continuato ad infierire sulla ragazza. I quattro carabinieri, con non poche difficoltà, hanno bloccato l’uomo mentre la ragazza, sanguinante, si è rifugiata dai militari.

Nel racconto della ragazza altri episodi avvenuti in passato e mai denunciati. Aggressioni spesso interpretate come sintomo di eccessiva gelosia in un amore malato che non conosce epiloghi diversi se non la sofferenza. Solo ieri e oggi i carabinieri del comando provinciale di Napoli hanno arrestato 3 uomini per maltrattamenti. Da Giugliano con l’uomo armato di coltello che dopo aver rapinato uno scooter tenta di entrare in casa della moglie passando per Portici dove il marito violento aveva installato un gps per seguire la vittima terminando stanotte con il 30enne in zona Coroglio. Un reato gravissimo che accomuna tante donne da nord a sud. Storie diverse ma sempre bagnate da lacrime, a volte anche da sangue.