“Ti uccido appena torno libero”: picchia e tenta di strangolare fratello

Carabiniere interviene e viene azzannato da pitbull

Tempo di lettura: 1 minuto
Ercolano (Na) –  Sotto effetto di alcol ha picchiato il fratello tentando anche di strangolarlo. Sono state le urla provenienti dall’abitazione ad attirare una gazzella dei carabinieri della tenenza di Ercolano (Napoli) che si trovava a passare nella zona. Una volta entranti nel giardino antistante la casa, un militare, libero dal servizio ma intervenuto in soccorso dei colleghi, è stato azzannato a una gamba dal pitbull dei due fratelli. 
 
L’aggressore, un 45enne del luogo già sottoposto agli arresti domiciliari, è stato separato, non senza difficoltà, dal fratello e arrestato per maltrattamenti in famiglia. La vittima, un 50enne, ha ricostruito ai carabinieri quanto accaduto, sostenendo di essere stato oggetto di una brutale aggressione con il fratello che avrebbe tentato anche di strangolarlo.
 
Dopo l’intervento dei militari, il 45enne ha continuato a picchiarlo colpendolo alla testa e minacciandolo di morte. “Se mi arrestano ti uccido appena torno libero” le sue parole davanti ai carabinieri.