Commissione Giovani: “Far ripartire il Centro Polifunzionale di Piscinola”

Tempo di lettura: 3 minuti

Napoli – Prosegue il lavoro della commissione Giovani sul Centro Polifunzionale di Piscinola lotto 14/b, riassunto oggi in apertura dal presidente Cecere che ha comunicato il contenuto delle note ricevute dall’Avvocatura sull’esistenza di sequestri in parti dell’area. La misura, ha spiegato Cecere, riguarda solo una parte dell’area, mentre l’intento è quello di arrivare al più presto all’emanazione del bando per la concessione d’uso dei locali al primo e secondo piano, con la richiesta di prevedere l’inserimento anche della buvette. Sul lotto, ha spiegato Carotenuto dell’assessorato al Patrimonio, esiste un problema che è strettamente manutentivo, sul quale esiste una conoscenza dettagliata da parte del servizio competente. Gli interventi della Napoli Servizi, come quelli recenti di pulizia del verde, non soddisfano infatti le necessità del luogo, che se non assegnato, ripresenterà nel giro di breve tempo le medesime problematiche. Per questo un sopralluogo, ha proposto Carotenuto, potrebbe meglio definire quantitativamente le necessità, mentre va al più presto formalizzato il bando e verificato col magistrato titolare del fascicolo per la parte sequestrata la possibilità di un dissequestro temporaneo per gli interventi di valorizzazione e messa a reddito del bene.

L’assessore municipale Di Vaio ha poi chiarito che la Municipalità lavora in stretta sinergia con l’assessorato e gli uffici competenti, ai quali lo scorso settembre fu rappresentata l’urgenza di interventi di manutenzione, messa in sicurezza e sorveglianza dell’intero lotto oltre che di pulizia e gestione della parte verde, in particolare nella parte sequestrata che confina con via Marianella, dove la crescita incontrollata della vegetazione provoca gravi problemi alle abitazioni circostanti.

Le condizioni fatiscenti dell’edificio, la mancanza di manutenzione e di controllo ha sottolineato l’ex consigliere municipale Cuozzo, compromettono  il regolare svolgimento delle attività della palestra e della biblioteca, un fiore all’occhiello del territorio che potrebbe essere decentrato nei locali della Municipalità in piazza a Piscinola per consentirne la frequentazione anche a chi non si sposta in auto. Allontanare dal Centro Polifunzionale l’occupante abusivo “storico”, per Anna Valeria Arpaia, rappresentante del comitato di cittadini che da anni lotta per dare un futuro al centro, deve essere la prima priorità, senza la quale ogni intervento migliorativo potrebbe risultare vano, a fronte dei danni creati ai luoghi e, ultimamente, all’ascensore a servizio della biblioteca, fuori uso da mesi, con gravi disagi per i frequentatori quotidiani e dei dipendenti.

L’immobile, ha ricordato il dirigente Cuccari, risulta essere quasi del tutto inutilizzato al di fuori di pochi spazi, ed è interessato da problemi di manutenzione e sicurezza che possono risolversi solo con l’utilizzo della struttura conseguente ad una sua assegnazione. Per questo il servizio ha provveduto ad inviare tra novembre e gennaio a quello competente alla preparazione del bando le valutazioni necessarie.

Il consigliere Andreozzi (Dema), dopo aver ammesso la responsabilità dell’Amministrazione sulla mancata risoluzione delle problematiche relative al centro, ha chiesto che la commissione dedichi all’argomento un’altra riunione con tutti i soggetti interessati, a partire dal Direttore generale e dalla Napoli Servizi, oggi assente, per fare sintesi e arrivare ad una soluzione definitiva che tenga conto di tutte le problematiche esposte.