Tempo di lettura: < 1 minuto

Napoli – Il Policlinico Vanvitelli indice il Concorso letterario di narrativa e poesia “Curati ad Arte”. Giordano (DG): “La finalità è ascoltare il cittadino, attraverso i loro scritti possiamo migliorare l’assistenza”.

L’Azienda Ospedaliera Universitaria “Luigi Vanvitelli” indice il Concorso letterario nazionale di Narrativa, Poesia e Poesia in vernacolo “Curati Ad Arte”.
 
Inserendosi in una più ampia Campagna di Comunicazione, l’iniziativa vuole accendere i riflettori sull’ospedale e quanto intorno ad esso gravita. Ma non solo. La scelta dei tre temi infatti non è casuale: dagli angeli visibili, passando per l’Arte presente in ogni angolo del Policlinico che accompagna quotidianamente l’attività assistenziale e, non ultimo, la figura di Giuseppe Moscati:
•         Giuseppe Moscati: uomo, medico, santo
•         Gli “angeli visibili” in ospedale
•         Arte e Assistenza
 
“Non cerchiamo nuovi futuri autori di best-seller. Vogliamo ascoltare la voce del cittadino attraverso uno strumento che è la scrittura. La scrittura, a sua volta, oltre a fermare su carta il vissuto, l’esperienza di una malattia, dell’accoglienza ricevuta, rappresenta un percorso terapeutico”, spiega il Direttore generale dell’AOU “Luigi Vanvitelli”, Antonio Giordano.

Sul sito dell’Azienda (www.policliniconapoli.it) è possibile scaricare il bando completo.