Politici, scrittori e magistrati a Dimaro: pranzo tra Adl e il Club Napoli Parlamento (VIDEO)

Tempo di lettura: 2 minuti

Dimaro Folgarida – Politici, magistrati, scrittori e giornalisti navigati tifosissimi del Napoli. A Dimaro la passione azzurra è trasversale e negli ultimi giorni ad assistere agli allenamenti della squadra di Carlo Ancelotti c’è anche una delegazione del Club Napoli Parlamento guidata dal senatore Gaetano Quagliariello oltre al capo della Direzione Distrettuale Antimafia della procura di Napoli Giuseppe Borrelli (proposto dal Csm per la guida della procura di Salerno) e ai fratelli giornalisti Guido e Sandro Ruotolo. Presente nei giorni scorsi anche lo scrittore Maurizio De Giovanni.

Alla malga Stablasolo, a oltre 1500 metri di altitudine nella Val di Rabbi, si sono ritrovati i rappresentati parlamentari di fede azzurra con il presidente Aurelio De Laurentiis, il presidente della provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti, Luciano Rizzi (APT, Provincia Autonoma di Trento). Tra gli altri il sindaco di Dimaro-Folgarida Andrea Lazzaroni, il ceo di Trentino Marketing Maurizio Rossini e il consigliere provinciale Ivano Job. Numerosa la delegazione di parlamentari di fede napoletana. Dai deputati Raffaele Topo e Paolo Siani all’europarlamentare Giosi Ferrandino.

Sempre sabato si è tenuto anche “Salotto popolare” organizzato dal Napoli Club Bologna del presidente Maurizio Criscitelli. “Da Rafa Benitez a Re Carlo, passando per il Sarrismo. La figura dell’allenatore nell’era Aureliana” il tema dell’incontro che, oltre al magistrato Giuseppe Borelli, ha visto la partecipazione del giornalista Guido Ruotolo, del presidente della sezione del Tribunale di Nola Lucio Aschettino e dell’ex deputato e segretario della commissione Antimafia Marco Di Lello

Intanto approfittando della mezza giornata di riposo concessa sabato pomeriggio da Ancelotti, i giocatori si sono trasformati in turisti visitando alcuni luoghi suggestivi della Val di Sole e pranzando in varie malghe sparse sul territorio: Val di Rabbi, Val di Pejo oltre che la Val di Sole.