Tempo di lettura: 1 minuto

Napoli – Sorpreso in casa con un’arma mente si trovava ristretto agli arresti domiciliari, il rampollo del “sistema” di Ponticelli torna dietro le sbarre. È stato arrestato dai carabinieri del nucleo operativo di Poggioreale Emmanuel De Luca Bossa, 20enne del Lotto “O” di Ponticelli già noto alle forze dell’ordine per via dei suoi guai con la legge. Era già ai domiciliari per rapina e durante una recente perquisizione è stato trovato in possesso di una pistola a piombini completa di caricatore ma priva del tappo rosso. Il 20enne è il figlio del boss detenuto Antonio De Luca Bossa, detto “Tonino ‘o sicco”. Concordando con le risultanze investigative dell’Arma, il gip del Tribunale di Napoli ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare consentendo ai militari di tradurre il 20enne in carcere.