Tempo di lettura: 2 minuti

Il Prefetto di Napoli, Marco Valentini, si è recato presso il Comune di Portici in visita istituzionale. Il Prefetto è stato accolto dal Sindaco, Vincenzo Cuomo, dai componenti della Giunta Comunale e dai dirigenti comunali con i quali ha discusso delle questioni più rilevanti del territorio, posto alle pendici del Vesuvio e affacciato sul piccolo golfo del Granatello, caratterizzato dalla ricchezza di edifici di pregio artistico e architettonico come le numerose ville che fanno parte del cosiddetto Miglio d’oro del settecento napoletano, edificate da ricchi nobili partenopei. Nel corso dell’incontro si è discusso delle tematiche riguardanti l’ordine e la sicurezza pubblica del contesto, della programmazione degli interventi di valorizzazione del territorio, del riutilizzo degli immobili abbandonati e dell’implementazione di sistemi di videosorveglianza che supportino le attività di prevenzione e repressione delle Forze dell’ordine e della Polizia locale. Il Prefetto ha evidenziato l’importanza del dialogo e della collaborazione tra le istituzioni, gli interlocutori sociali attivi sul territorio e i cittadini, con l’obiettivo primario di garantire una migliore vivibilità, operando nella prospettiva della sicurezza partecipata. Successivamente, il Prefetto ha visitato il locale Commissariato di P.S. e, a seguire, la Stazione dei Carabinieri, la Compagnia della Guardia di Finanza e l’Ufficio Locale Marittimo, incontrando il personale impegnato quotidianamente sul territorio. A seguire il Prefetto si è recato presso il Museo Ferroviario di Pietrarsa, posto sul primo tratto di ferrovia costruito in Italia e inaugurato il 3 ottobre 1839 nel Regno delle Due Sicilie, in posizione privilegiata tra il mare e il Vesuvio ed esteso su un’area di 36.000 metri quadrati, polo culturale dove non solo si può conoscere la storia ferroviaria del nostro Paese ma ove vengono organizzati eventi culturali.