- Pubblicità -
Tempo di lettura: 3 minuti

Straordinaria vittoria e salvezza ottenuta per il C.N.Posillipo in gara 3 di semifinale playout, disputata sul campo neutro di Santa Maria Capua Vetere, causa indisponibilità della Scandone. I rossoverdi giocano una splendida partita, con un decisivo ultimo quarto, sostenuti dall’incessante tifo del pubblico partenopeo, 11-9 il finale per la squadra di Mister Pino Porzio, quest’oggi squalificato.

Il primo gol della partita è del Salerno, con Goreta, pareggia Rocchino in superiorità, Cuccovillo porta avanti i rossoverdi alla metà esatta del primo quarto ma ancora Goreta trova il gol per la squadra ospite. Si segna in questa fase di gioco ed è ancora il Posillipo, con Angelone, a trovare un gran gol in superiorità. La squadra rossoverde resiste ad una doppia inferiorità, 3-2 dopo 8 minuti.

Segna subito Serino in superiorità, Gallo accorcia su rigore mentre il Capitano Saccoia raggiunge il limite di falli, ma Tubic trova il gol sfruttando la doppia superiorità numerica per il 5-3 Posillipo. Tante espulsioni in questa fase, segna Goreta in superiorità, risponde allo stesso modo Rocchino, Vrbjnak segna il 6-5 a 2:25 dall’intervallo lungo, Mattiello realizza con l’uomo in più, stesso metodo per Fortunato.  Il quarto si chiude sul 7-6 per il Posillipo.

Immediato pareggio della Rari Salerno con Vrbjnak,il Posillipo non concretizza la doppia superiorità, Spinelli si supera, Aiello con un gran movimento da centroboa riporta avanti i rossoverdi. Intensità pazzesca in piscina, grandi parate dei due portieri. Si va all’ultimo intervallo sul 8-7 per il Posillipo.

Nel quarto tempo segna Mattiello in superiorità per il 9-7, Gallo risponde alla stessa maniera mentre Angelone esce per raggiunto limite di falli. Segna ancora il Posillipo con Aiello, uomo in più, la difesa rossoverde riesce a tenere e Briganti ad 1:50 dalla fine segna il gol del 11-8 che chiude la gara. E’ festa rossoverde con la conquista della permanenza in Serie A1.

Dichiarazione Pino Porzio, Allenatore Posillipo

E’ stata una vittoria meritata, abbiamo fatto una grande partita. I nostri tecnici Marsili e Koinis sono stati molto bravi a gestire. Non era facile gestire la pressione. Abbiamo avuto problemi di falli in alcuni giocatori importanti. Credo sia stato determinante l’uomo in più, siamo stati molto efficaci, ed una grande solidità difensiva anche nel finale. E’ stata una vittoria di squadra, tutti hanno dato il loro contributo, anche i più giovani che durante l’anno son cresciuti tanto. Voglio ringraziare tutto lo staff del Circolo, dallo staff tecnico a quello medico. Oggi involontariamente abbiamo avuto la fortuna di giocare in un impianto che ha aiutato i nostri ragazzi più giovani. Giocare una partita del genere alla Scandone avrebbe portato grande pressione, 2000-3000 persone sono sicuramente un fattore per dei ragazzi senza tanta esperienza. Mi è dispiaciuto tanto per i nostri tifosi. Il Posillipo è un’istituzione e deve giocare a casa propria, alla Scandone. Ma paradossalmente è stato un vantaggio per noi”.