Tempo di lettura: 2 minuti

Napoli – T-shirt bianche con la scritta rigorosamente rossa “Salvataggio popolare”. Arrivano sul lungomare di Napoli i bagnini di Potere al Popolo perché “la Campania – come dice la leader di Pap, Viola Carofalosta affondando”.

Muniti di mascherine e pugno chiuso al cielo in una rovente Rotonda Diaz Potere al Popolo presenta alla città il simbolo e i candidati alle prossime regionali, al ritmo di Manu Chao.

“In anni di gestione clientelare, di privatizzazioni, di devastazione ambientale, Caldoro, quanto De luca, ci hanno ridotto a vivere in una delle regioni con i tassi di disoccupazione e di emigrazione più alti; hanno dismesso la sanità pubblica; hanno lasciato inquinare il nostro territorio, svendendo ogni centimetro possibile di costa: la Campania è una regione che affonda.Per questo c’è bisogno che qualcuno gli impedisca di andare avanti così, qualcuno che gli stia col fiato sul collo e difenda gli interessi e il futuro di questo popolo e di questo territorio: c’è bisogno di un salvataggio popolare” le parole del candidato presidente alla Regione Campania, Giuliano Granato.

“Perché la Campania è già il futuro” lo slogan scelto per il simbolo della lista. La bandiera gialla e viola di Potere al Popolo sventola così su Mappatella beach, un luogo altrettanto simbolico scelto per il lancio della lista a Napoli “per dimostrare che la nostra terra e le nostre coste – spiegano gli attivisti – hanno i luoghi dove fare il bagno, se non ci fosse la privatizzazione totale o il loro abbandono”.