Tempo di lettura: < 1 minuto
Procida (Na) – “La designazione dell’isola di Procida a capitale italiana della Cultura 2022? Magari. Prima di annunciare improbabili successi, difficili da raggiungere dal momento che le città “avversarie” sono decine e molto ben attrezzate, la Regione dovrebbe rendere a Procida un’isola e una città al passo con questi tempi, adatta al turismo di questo decennio. Una designazione può valere un po’ di spazio su un giornale per un giorno, ma solo collegamenti più efficienti, sostegno alle attività turistiche e strutture sanitarie più moderni possono far crescere l’economia dell’isola e portare veramente alla svolta”. Lo dichiara Severino Nappi di Lega Campania.