Tempo di lettura: 2 minuti

Napoli – Boom di pubblicità abusive, quello appena trascorso è stato un anno da record per la città Napoli. La circostanza, non proprio rassicurante, emerge dall’ultimo report diffuso dal Comune. La buona notizia, però, è che la polizia locale, dati alla mano, non sembra avere alcuna intenzione di mollare la presa, come conferma l’ondata di controlli eseguiti nel corso degli ultimi dodici mesi sul territorio cittadino. Per cogliere la cifra del fenomeno basta quindi un dato: i caschi bianchi, soltanto nel 2018, hanno elevato contravvenzioni per quasi 1 milione di euro. Denaro che potrebbe rivelarsi quantomai provvidenziale per le già malconce casse di Palazzo San Giacomo.

Ecco dunque il report relativo ai controlli svolti dal nucleo di Polizia amministrativa della polizia locale nel corso dell’anno 2018. Gli agenti hanno eseguito centinaia di controlli relativi alla cartellonistica pubblicitaria (dunque manifesti, annunci funebri e sindacali, insegne, impianti pubblicitari) da cui sono scaturiti 3.133 verbali per un ammontare complessivo di sanzioni irrogate pari a 998.467 euro, così suddivisi: 1.997 elevati ai sensi dell’articolo 23 comma 4 e 11 del Codice della Strada (manifesti e preinsegne abusive); 100 elevati ai sensi dell’articolo 24 del decreto legislativo 507/1993 (impianti pubblicitari non autorizzati); 302 redatti ai sensi dell’articolo 113 comma 5 e 17bis del Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza (manifesti e annunci funebri e sindacali abusivi) ; 734 redatti per violazione delle leggi elettorali. Le attività di controllo e accertamento finalizzate alla prevenzione e repressione degli illeciti amministrativi, fanno sapere dal comando di via De Giaxa, che proseguiranno nel corso del corrente anno, sono state condotte dal nucleo di Polizia amministrativa che potrà avvalersi, per il 2019, anche di un apposito servizio per la concreta rimozione degli impianti pubblicitari abusivi.