Tempo di lettura: 2 minuti

Boscoreale (Na) – Prima minacciato e poi aggredito a pugni. Tutto per un portafoglio. Per l’episodio, avvenuto a bordo di un treno della Circumvesuviana all’altezza della stazione di Boscoreale (Napoli), è stato arrestato un uomo di 31 anni, del quale non sono state fornite altre generalità: è accusato di tentata rapina.

A dare esecuzione all’ordinanza coercitiva applicativa della custodia cautelare in carcere, emessa dal gip del tribunale di Torre Annunziata su richiesta della Procura oplontina, sono stati i carabinieri della stazione di Boscoreale. Stando alle risultanze investigative, il presunto autore della tentata rapina aveva agito ai danni di un viaggiatore che si trovava a bordo di un convoglio della linea gestita dall’Ente Autonomo Volturno, prima minacciandolo verbalmente per farsi consegnare il portafoglio e poi, di fronte al rifiuto, colpendolo più volte con pugni al volto. Nonostante le violenze, la vittima era riuscito a difendersi, costringendo l’aggressore ad allontanarsi.

“Gli inquirenti – spiega in una nota il procuratore della Repubblica di Torre Annunziata, Nunzio Fragliasso – attraverso l’analisi delle immagini del sistema di videosorveglianza della società ferroviaria, hanno ricostruito la sequenza degli eventi, giungendo all’individuazione dell’indagato, già censito nelle banche dati in uso alle forze di polizia e successivamente riconosciuto dalla vittima”. Il trentunenne, tra l’altro già gravato da precedenti penali specifici, è stato portato nel carcere napoletano di Poggioreale.

Foto di repertorio