Tempo di lettura: < 1 minuto

Qualiano (Na) – Un uomo di 48 anni del comune di Qualiano ha tentato di raggirare un 63enne con la vecchia truffa dello ‘specchietto’. Il truffatore ha simulato l’impatto con l’auto guidata dal 63enne per poi chiedergli 300 euro come risarcimento per il danno subito.

Non avendo con sé la somma in contanti, il 63enne si è recato ad uno sportello bancomat per prelevare il denaro, ma proprio in quel momento sono intervenuti i carabinieri della stazione Qualiano, allertati dalla figlia della vittima.

I militari hanno arrestato il truffatore e perquisito la sua auto: all’interno hanno rinvenuto e sequestrato la parte in plastica dello specchietto e un martello presumibilmente utilizzato per simulare l’impatto con l’auto della vittima.

Il 48enne è ora ai domiciliari in attesa di giudizio.