Tempo di lettura: 3 minuti
Regionali, Pd chiama il M5S che risponde picche. I tempi stringono il partito napoletano  pressa disperatamente i pentastellati per un incontro ufficiale da tenersi la settimana prossima. “Abbiamo urgenza di convocare un tavolo politico e programmatico per discutere del futuro della Regione Campania”. Le elezioni potrebbero tenersi agli inizi di maggio “occorre accelerare assolutamente” l’appello del segretario Pd Napoli, Marco Sarracino che continua a corteggiare invano i grillini all’indomani del voto per le suppletive con l’elezione di Sandro Ruotolo. E prende l’ennesima porta in faccia. “Mi chiedo dove abbia vissuto nelle ultime settimane il segretario Sarracino, che continua a parlare di un presunto isolamento del M5S fingendo di ignorare la nostra posizione espressa a chiare lettere. Ad arroccarsi nella torre d’avorio è il Pd campano” risponde il deputato del M5s, Luigi Iovino. “Stiamo lavorando con i nostri consiglieri regionali – aggiunge – ad un programma concreto per il rilancio della Campania. E che intendiamo costruire intorno alla figura del ministro Sergio Costa perché incarna il profilo ideale per dar vita a una mobilitazione civica e per un progetto di superamento dei De Luca, Caldoro e Bassolino”.
“Costa e’ il nostro candidato: con lui e con un grande progetto di rilancio della Campania ci sbarazzeremo del sistema De Luca-Caldoro” ribadisce anche il capogruppo regionale del M5s, Valeria Ciarambino.
 
Braccio di ferro,  finora nessun confronto e interlocuzione ufficiale su una alleanza Pd-M5s per una larga coalizione di centrosinistra alle prossime regionali. La direzione regionale Pd ha nominato una delegazione composta da Sarracino, dal segretario regionale Pd Leo Annunziata e da tutti i segretari provinciali per trattare con il Movimento. Non pervenuto. “Noi stiamo chiedendo di incontraci, anche se non ho ancora chiaro quali sono gli interlocutori del Movimento. Ci facciano capire chi sono e discutiamo subito del futuro della Campania e dei programmi da mettere in campo” dice Sarracino, sbandierando il risultato per convincere  i vertici del M5S a sedersi con il Pd per discutere sulle regionali. “I Cinque Stelle dovrebbero prendere atto del risultato di domenica sia nella maniera negativa perché perdono circa il 30% dei voti, ma anche dal fatto che messi insieme possiamo davvero conquistare la Regione Campania”. Ma il M5s che ha candidato Costa non ha alcuna intenzione di cedere e resta sordo ai richiami del Pd. Si continua così a fare melina e ad avvantaggiarsene è il centrodestra. In campo per le regionali c’è il Governatore Vincenzo De Luca, come approvato in Direzione regionale Pd. O cambierà qualcosa? “Con De Luca tutto tranquillo – dice Sarracino – il presidente lavora per chiudere i lavori di questa consiliatura e noi siamo a lavoro per rafforzare questa posizione”.