Tempo di lettura: 2 minuti
Napoli – “La campagna elettorale in Campania non è neanche iniziata e c’è già qualche istituzione locale che comincia a piegarsi al potere politico”. Lo denuncia, in una nota, il Questore della Camera Edmondo Cirielli (FdI) a seguito della riunione convocata a Napoli dal vicepresidente della Regione Fulvio Bonavitacola con i rappresentanti dei partiti di centrosinistra che sosterranno la ricandidatura del governatore De Luca. “Tra i partecipanti c’era anche il presidente del Consorzio Asi della provincia di Napoli Giosy Romano. Cosa ci faceva il massimo esponente di un ente pubblico, che gestisce milioni di euro, ad un vertice elettorale tra forze politiche? Quali interessi lo hanno spinto a non mancare all’appuntamento? La sua presenza lì – sottolinea Cirielliè stata davvero vergognosa sotto il profilo istituzionale. E se, come si legge dagli organi di stampa, Romano sarà il promotore di una lista della coalizione di centrosinistra, allora deve dimettersi immediatamente, perché il Consorzio Asi di Napoli non può trasformarsi in un comitato elettorale di De Luca. Porterò questa vicenda all’attenzione del ministro dell’Interno con la presentazione di un’apposita interrogazione parlamentare.  Per quanto ci riguarda, Fratelli d’Italia vigilerà e segnalerà alle autorità competenti eventuali intrecci sospetti tra enti pubblici locali e Regione Campania. Non consentiremo porcherie clientelari di alcun genere” conclude Cirielli.