Tempo di lettura: < 1 minuto

Genova – Mentre tutto il calcio europeo prende coscienza del coronavirus e le varie Federazioni stoppano i campionati, in Italia si registrano altri quattro casi positivi tra i calciatori. A essere colpita è nuovamente la Sampdoria. Dopo Manolo Gabbiadini sono infatti risultati positivi al Codiv-19 anche Colley, Ekdal, Thorsby e La Gumina. 

L’U.C. Sampdoria comunica che, a seguito alla positività al Coronavirus-COVID-19 di Manolo Gabbiadini, in presenza di lievi sintomi sono stati sottoposti a tampone, con esito positivo, i calciatori Omar Colley, Albin Ekdal, Antonino La Gumina, Morten Thorsby. Sono tutti in buone condizioni di salute e nei loro domicili a Genova.
L’U.C. Sampdoria ribadisce di aver immediatamente applicato tutte le procedure previste dalla normativa: tutte le sedi del club sono chiuse, la squadra, i dirigenti e i dipendenti potenzialmente coinvolti sono in auto-isolamento domiciliare volontario. Si conferma che tutte le attività sportive sono sospese e che vengono svolte, da remoto, quelle essenziali organizzative del club.
Il presidente Massimo Ferrero, i dirigenti, Claudio Ranieri e la squadra invitano tutti a rispettare, con rigore e fermezza, le disposizioni ministeriali e regionali per affrontare insieme, con coraggio e spirito di sacrificio collettivo, questo periodo. Andrà tutto bene.