Tempo di lettura: 2 minuti

Napoli –  Recupero dei beni culturali e del patrimonio artistico napoletano perché ritornino a splendere quelle opere che sono dimenticate da troppo tempo. Di particolare bellezza è la chiesa di Sant’Agostino agli Scalzi a Materdei. Ed ecco che arriva una iniziativa di sostegno per questo bene monumentale della città con uno spettacolo all’Avanposto numero zero. Gea Martire e Lello Ferraro in “Contiamola giusta”, spettacolo promosso dall’Associazione Via Nova, il reading in scena dal 23 al 25 febbraio, con letture tratte da testi di Roberto De Simone, Manlio Santanelli, Annibale Ruccello e Massimiliano Palmese e accompagnamento musicale, con voce e chitarra. 

Lo spettacolo andrà in scena in Via Sedile di Porto, 15.

Il ricavato della serata, con un contributo di 10 euro, servirà ad acquistare porte nuove e blindate per la chiesa. Un vero e proprio gesto d’amore per uno dei capolavori del barocco partenopeo, ripresa anche nei film di Francesco Rosi “Le mani sulla città” e “L’oro di Napoli” del 1954. Nella chiesa anche tele di Giordano e Preti trasferite per ragioni di sicurezza al Museo di Capodimonte, soprattutto dopo il terremoto del 1980. Ora i napoletani rivogliono il loro gioiello e lo fanno con la solidarietà. Uno spettacolo da non perdere, per trascorrere una serata in armonia nel cuore del centro antico della città, sapendo di sostenere una opera per una delle chiese più belle di Napoli.