Tempo di lettura: 2 minuti

 Napoli – “ Al Vomero, quartiere collinare partenopeo, dopo quelle di via Scarlatti, ferme dalla fine di febbraio scorso, quindi da quasi due mesi senza che risultino mai iniziati i lavori necessari per ripristinarle,  stamani si sono fermate anche le scale mobili di via Cimarosa. Di conseguenza migliaia le persone, per lo più anziane, sono state costrette a salire, sotto il sole, le vecchie scale in piperno dal momento che i cancelli di quelle mobili risultavano sbarrati “. E l’ennesima segnalazione di Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, già presidente della circoscrizione Vomero, che da anni sta conducendo delle vere e proprie battaglie per comprendere i motivi per i quali le scale mobili del sistema intermodale di collegamento tra le funicolari e il metrò collinare, funzionano a singhiozzo.

“ Peraltro non si riesce neppure a sapere quando verranno riattivate, dal momento che non vi sono cartelli o avvisi che contengano informazioni al riguardo – puntualizza Capodanno – Oramai al Vomero è una costante. Eppure stiamo parlando di un sistema intermodale di collegamento tra il metrò collinare e le stazioni delle funicolari che, quando entrò in funzione, rappresentò un fiore all’occhiello dell’amministrazione comunale, ma che purtroppo negli anni successivi ha dato tantissimi problemi “.

” Peraltro non è la prima volta che tali impianti si fermano anche per lunghi periodi – ricorda Capodanno -. Dopo l’inaugurazione avvenuta, in pompa magna, il 16 ottobre del 2002, con lavori durati circa due anni e con una spesa di circa quattro miliardi delle vecchie lire, per questo sistema intermodale di collegamento si sono verificate numerose occasioni nelle quali almeno una delle tre rampe è stata posta fuori servizio. Al punto che sono state ironicamente ribattezzate le “scale im…mobili”.

Sulla vicenda Capodanno, anche in relazione al lungo lasso di tempo trascorso, segnatamente per il fermo della scala mobile di via Scarlatti nonché ai notevoli conseguenti disagi causati dal permanere del fermo degli impianti di risalita, sollecita, ancora una volta, gli uffici competenti a intervenire al fine di procedere in tempi rapidi al ripristino funzionale delle scale mobili attualmente ferme, assicurando, per il futuro, il funzionamento continuo e costante del sistema intermodale costituito dagli impianti vomeresi, riducendo al minimo i disagi alla numerosa utenza sia con manutenzioni programmate da effettuarsi una volta acquisita la disponibilità dei pezzi di ricambio sia fornendo un’informazione tempestiva e puntuale su tempi necessari e sulle modalità operative.