Tempo di lettura: 2 minuti

Somma Vesuviana (Na) – “Priorità alla scuola e così è e continuerà ad essere per l’Amministrazione guidata dal sindaco Salvatore Di Sarno. Il Comune di Somma Vesuviana era risultato beneficiario del finanziamento del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca per ’espletamento delle indagini e delle verifiche dei solai e controsoffitti sugli edifici scolastici pubblici. Abbiamo dunque proceduto e stiamo continuando a farlo a controlli di solai e controsoffitti presso la scuola media San Giovanni Bosco/Summa Villa sia del plesso di Piazza Vittorio Emanuele III e sua sul plesso di Via Aldo Moro. Controlli anche sugli edifici della Scuola dell’Infanzia Primaria del Primo Circolo Didattico, della Scuola dell’Infanzia Primaria del Secondo Circolo Didattico di Rione Trieste, della Scuola dell’Infanzia Primaria del Secondo Circolo Didattico di “Don Minzoni”, della Scuola Primaria del Secondo Circolo Didattico di via Costantinopoli, della Scuola primaria del Terzo Circolo Didattico “ex Bertona” di Santa Maria del Pozzo, della Scuola media San Giovanni Bosco/Summa Villa di via San Giovanni De Matha.  Allo stesso tempo stiamo mettendo in campo anche indagini sugli stessi edifici anche  in relazione alla dispersione termica”. Lo ha dichiarato Salvatore Esposito, Assessore all’Edilizia Scolastica del Comune di Somma Vesuviana, nel napoletano.

E il sindaco conferma che la scuola ha priorità nella programmazione dell’attuale Amministrazione.

E’ stato approvato e finanziato il progetto per la realizzazione della scuola nuova a Santa Maria del Pozzo – ha dichiarato Salvatore Di Sarno, sindaco di Somma Vesuviana – e c’è il confronto con le categorie professionali degli ingegneri e degli architetti sulla rivalutazione della scuola materna di San Giovanni De Matha che non vogliamo abbattere. Allo stesso tempo andremo a realizzare un parco scolastico in Via Giulio Cesare con aule nuove. I nostri ragazzi devono avere ambienti scolastici sicuri, accoglienti e belli!”.