Sirena d’Oro, dal Vesuvio all’Etna: il premio di Sorrento fa tappa in Sicilia

Sirena d’Oro, dal Vesuvio all’Etna: il premio di Sorrento fa tappa in Sicilia

Dal 29 al 31 marzo ospiti della kermesse anche Cina, Giappone e Portogallo

Tempo di lettura: 2 minuti

Sorrento (Na) – Dal Vesuvio all’Etna, uniti nel segno nell’olio. Il Sirena d’Oro, l’annuale concorso dedicato agli oli extravergine di oliva Dop, Igp e Bio, in programma a Sorrento dal 29 al 31 marzo, fa tappa in Sicilia. Il 15 e il 16 marzo, presso la Camera di Commercio di Catania, si svolgeranno le selezioni per decretare il migliore olio siciliano, che sarà insignito di un Premio Speciale Sicilia. Gli oli in concorso saranno sottoposti ad analisi sensoriale da parte di un panel di assaggio, che li valuterà e classificherà secondo i metodi del Coi, il Consiglio oleicolo internazionale e dell’Unione Europea. Il programma della tappa catanese prevede venerdì 15 marzo, alle ore 11, una conferenza stampa presso la sala giunta di Palazzo degli Elefanti, sede del Comune di Catania. Continuano intanto a Sorrento i preparativi per accogliere nella cittadina costiera le delegazioni provenienti da Cina, Giappone e Portogallo, paesi ospiti dell’edizione 2019 del Sirena d’Oro. Un momento centrale per il dibattito nazionale e internazionale sulle produzioni olivicole, al fine di promuovere l’olio italiano, sia sui mercati italiani che su quelli stranieri, con grandi potenzialità di espansione. Ma saranno ancora molte le novità di questa edizione, che vede la partnership di Coldiretti Campania.


Scarica la nostra App
Disponibile su Google Play




Commenti