Le smanie per la villeggiatura di Goldoni, in scena al Chiostro di san Domenico Maggiore

Tempo di lettura: 2 minuti

Napoli – I giorni 10, 11 e 12 agosto il Chiostro di San Domenico Maggiore a Napoli, ospiterà il lavoro teatrale “Le smanie per la villeggiatura” di Carlo Goldoni, con l’adattamento a cura di Mirko Di Martino, per la regia di Angela Rosa D’Auria,  con Rossella De Martino, Michele Capone, Emanuela Wolfie Saccardi e Marcello Gravina, le scene di Angelo Navarro e Federica Pirone come aiuto regia. La produzione, frutto della collaborazione tra il Teatro dell’osso e Tram Teatro Ricerca Arte Musica, in collaborazione con Aries Teatro ed Eventi e Mestieri del Palco, mette in scena un allestimento originale in cui i quattro attori interpretano tutti i personaggi dell’opera di Goldoni, in una versione in chiave moderna del testo.

Una messinscena veloce e divertente, insolita e satirica, che recupera lo spirito critico dell’opera (scritta nel 1761) e lo trasporta ai giorni nostri, dove “la villeggiatura” è cambiata ma “le smanie” sono sempre le stesse. Anzi, molte di più. “Le smanie per la villeggiatura” è forse la commedia più moderna di Carlo Goldoni: Leonardo e Giacinta, Guglielmo e Vittoria, sono personaggi che sembrano scritti oggi, con tutte le loro paure, le loro ansie, i loro bisogni, le loro insicurezze. Il loro desiderio di apparire per come non sono, di essere sempre e comunque all’altezza delle aspettative di una società che è già diventata puro spettacolo, continua esibizione, ci racconta l’Italia di oggi meglio di tanti reportage giornalistici. Lo spettacolo rientra nella rassegna di eventi culturali di Estate a Napoli, con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli.

di Emanuela Zincone