Tempo di lettura: 2 minuti

Dopo tre risultati utili consecutivi arriva lo stop per il Sorrento contro il Nardò ma mercoledì si torna subito in campo, in casa al cospetto del Fasano, e sarà il terzo turno infrasettimanale consecutivo per i rossoneri. A commentare il tutto è il ds dei costieri Antonio Amodio: “Domenica abbiamo fatto un buon primo tempo; poi siamo stati ingenui e poco cattivi nella ripresa, non riuscendo a reagire all’uno-due del Nardò pagando un po’ fisicamente le fatiche recenti con due lunghissimi viaggi in una settimana oltre alle pesanti assenze per squalifica. Con un po’ di maggiore scaltrezza avremmo potuto vincere la gara a tavolino poiché il Nardò e la terna hanno fatto confusione sulle sostituzioni e, se avessimo messo subito palla in gioco il gioco al momento del fischio arbitrale, i granata avrebbero giocato con un under in meno ed invece sono riusciti a rimediare la situazione giusto in tempo”.

TOUR DE FORCE: “Va affrontato come stiamo facendo, cinque punti in quattro trasferte non è un bottino molto esaltante ma certamente in linea con il nostro obiettivo stagionale. Come già detto, la stanchezza e le squalifiche si fanno sentire ma dalla nostra abbiamo una rosa ampia per quanto riguarda i ragazzi “under”. Contro il Nardò abbiamo giocato con sei “under” in campo, tra cui un 2004 e un 2003”.

IL FASANO: “Mercoledì, nel turno infrasettimanale, sfideremo il Fasano che è una squadra in salute che si è rinforzata molto rispetto al girone d’andata. Da parte dei ragazzi mi aspetto una grande reazione per riscattare l’ultimo ko”.

LA CLASSIFICA: “Dobbiamo recuperare ancora tre partite ma il mio unico rammarico resta la sconfitta interna contro il Portici in cui comunque avevamo delle assenze pesanti. Il nostro obiettivo è la salvezza, stiamo disputando un buon campionato e ci ritroviamo a ridosso delle prime posizione ma guai a sentirci appagati“.