Tempo di lettura: < 1 minuto

Napoli – È accusato di essere uno dei fornitori di carichi di droga ad un gruppo di narcos attivo a Santa Maria Capua Vetere sgominato oggi con 21 arresti. Si tratta del 47enne Raffaele Terracciano, papà di Valentina, la bimba di due anni uccisa nel 2000 a Pollena Trocchia (Napoli) in un agguato camorristico dove sarebbe dovuto morire lo zio.

È uno dei destinatari delle misure cautelari in carcere emesse dal Gip di Napoli di un gruppo criminale che faceva capo ai ras del clan Del Gaudio. Terracciano è finito in carcere perché ritenuto dagli inquirenti della Dda di Napoli uno dei fornitori dei fratelli Del Gaudio, Sonia e Ferdinando, entrambi arrestati dai carabinieri. Terracciano era il punto di riferimento costante per l’approvvigionamento di grandi quantità di cocaina e hashish.